qui giace OneMoreBlog2.31
«Ma io sono fiero del mio sognare, di questo eterno mio incespicare» (Francesco Guccini)
Enrico Fierro
Premio Calderoli Il fatto: in Puglia non si sono messi d'accordo per il candidato per le regionali e hanno fatto le primarie tra Francesco Boccia (esponente società civile) e Nichi Vendola (rifondarolo di apparato). Sono in due, quindi - dice la matematica - c'è un 100% di voti utili da suddividere tra uno che vince e uno che perde. Boccia supera il 60% e l'inviato a Bari de l'Unità scrive: «Primarie dell'Ulivo in Puglia: vince Boccia, ma Vendola non perde. Un successo per entrambi». Come abbia fatto uno che ha preso il 30% e spiccioli a vincere come quello che ha preso il 60% e rotti mi resta incomprensibile. A meno di non estrarre dalla naftalina il vecchio detto di origine calcistica «ha vinto la democrazia».
17.01.05 00:04 - sezione premio Calderoli
il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Antonio ha scritto:

Perchè la vedi così nera? Il tono può essere un po' d'antan, tuttavia in passato la si usava per dare credito a tutti ma poi avvallare le scelte di apparato. Per quanto non sia un entusiasta del voto diretto come panacea per ogni male, _se_ quello che è scritto nell'articolo è veritiero questo è stato un buon test per lo strumento delle primarie per risolvere impasse simili. Da noi hanno risolto confrontandosi prima ma il risultato è lo stesso: i candidati di minoranza entrano nella squadra (ma come parlo?) del candidato principale.
Dato che Rifondazione si è dimostrata, e quì mi dicono anche Vendola, una delle più convinte sostenitrici delle primarie, mentre i vertici DS sono di altro avviso, bhe allora un po' vittoria anche loro lo è.

ciao

il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Antonio ha scritto:

Dal manifesto di ieri in un articolo che consiglio
"il candidato lo sceglierà la gente. Quanta? Non si sa. Anche 50mila persone, nella più rosea delle previsioni"

Sull'Unità riportano un affluenza effettiva di 70.000. Dati che non si possono ignorare insomma.

ciao

(http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/15-Gennaio-2005/art36.html)

il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Antonio ha scritto:

Contrordine compagni, Fierro ha scritto così perchè già sapeva che il conteggio dei voti, ma non immediatamente, avrebbe ribaltato i risultati. E' così per non sbagliare...

http://www.margheritacassano.it/

ciao

il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
MaxL ha scritto:

Ha vinto Vendola, seppure di poco. E io sono CONTENTO!
http://www.repubblica.it/2004/l/sezioni/politica/proditornadue/vincevendola/vincevendola.html

il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
alberto ha scritto:

Io sono contento della partecipazione, anche perché la puglia è feudo di quel sgnore coi baffetti che più volte ha dimostrato un profondo disprezzo per gli elettori che vogliono dire la loro. Queste primarie pare abbiano raccolto quasi 80mila voti, un successo straordinario. Auguriamoci che sia l'inizio della fine dei candidati piovuti da palazzo. Mi viene in mente per esempio la Lombardia...

il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
CHARLIE ha scritto:

Sì ha vinto Vendola :-) e non me l'aspettavo.
Forse qualcuno (con baffetti o senza) dovrebbe cominciare a porsi il problema di quello che chiedono gli elettori di sinistra.

il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Darwin ha scritto:

Davvero splendida la vittoria di Vendola.
Davvero da ascoltare l'urlo che arriva dalla Puglia.... cosa vogliono dirci? cosa dobbiamo farcne? cosa significa la vittoria di un rifondarolo?
più sinistra?
basta con le rutellate inciuciose?
radicalità?

Darwin

il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
alberto ha scritto:

Secondo me i quasi 80mila della Puglia urlano: "basta farvi i cazzi vostri sulla pelle nostra".

il 17 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
CHARLIE ha scritto:

Voglio essere triviale! Hanno detto: "fatti non pugnette".

il 19 Gennaio 2005 (quando OMB accettava i commenti)
oppi ha scritto:

Prodi stasera ha definito le primarie come "un'occasione in cui la gente può partecipare attivamente a delle scelte, una delle poche", credo che sia questo che è passato, prima e dopo. Più in generale, se è vero che la partecipazione è tanto più corposa quanto è forte il dissenso, a me piace pensare che il risultato sia stato un forte "e,no!" a chi, ad es., dava Boccia come scontato vincente, ai politici centristi saccenti che pensano di sapere perfettamente qual è la strada da seguire.
Forse è ora che Rutelli & c. inizino davvero a chiedersi se non stanno sbagliando, prima di fare ancora danni. Speriamo sia una sveglia.

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere