qui giace OneMoreBlog2.31
«Ma io sono fiero del mio sognare, di questo eterno mio incespicare» (Francesco Guccini)
Joseph Ratzinger
Premio Calderoli «Sarebbe gravemente dannoso non solo per la Chiesa, ma anche per l’Italia tentare di indebolire e spezzare quei vincoli particolarissimi che legano la Chiesa al popolo italiano. La cultura dell'Italia è permeata di valori cristiani. Un patrimonio e un’eredità che non vanno rinnegati. Anzi, sono quelle radici cristiane che vanno custodite gelosamente e che l’Italia deve proporre all’Europa per favorire la sua unità profonda». Siamo a posto.
25.06.05 10:44 - sezione premio Calderoli
il 25 Giugno 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Daniela ha scritto:

(Dopo 5 anni ho di nuovo una radio:) sentirlo, con quella voce nordica e pervicace, negare la possibilità di fatto e di diritto di uno stato davvero laico mi ha fatto rabbrividire. Qui non ci stiamo giocando "solo " l'aborto; qui ci stiamo giocando la possivlità di un dialogo con quanti si ritengono ancorta in qualche modo legati alla chiesa (e sono tanti), questo vuole ocstyringere la società a una scelta radicale: chgi non è con noi è contro di noi, senza sfumature nè parole in mezzo. Lo trovo aggiacciante. Estremo, provocatorio e soprattutto aggiacciante.

il 25 Giugno 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Daniela ha scritto:

ehm, nella foga ho commesso una serie di refusi, pardon.

il 27 Giugno 2005 (quando OMB accettava i commenti)
paolop ha scritto:

Ogni anno, secondo gli ultimi dati diffusi dalla FAO, muoiono di fame circa 825 milioni, un bambino ogni otto secondi, e la condizione di queste persone, equivalenti alla popolazione complessiva di 14 paesi della dimensione dell’Italia, non è transitoria.
(Fonte : FAO)
In Sudafrica vive la più alta concentrazione di persone infettate dall'Aids in tutto il pianeta. Le nazioni dell'Africa sub-sahariana perderanno un quarto della popolazione, a causa dell'Aids, nei prossimi 10 anni. Colpa della mancanza di farmaci, dell'arretratezza delle strutture sanitarie, della miopia dei governi e delle peculiarità culturali del continente.
(Corriere della Sera )
Ecco per loro le parole pronunciate domenica scorsa dal signore vestito di bianco:
"Ogni giorno, purtroppo, specialmente nei fine settimana, si registrano sulle strade incidenti con tante vite umane tragicamente stroncate, e più di metà delle vittime sono in età giovanile. Negli ultimi anni molto si è fatto per prevenire tali tragici eventi, ma si può e si deve fare di più con il contributo e l’impegno di tutti. Occorre combattere la distrazione e la superficialità, che in un attimo possono rovinare il futuro proprio e altrui. La vita è preziosa ed unica: va rispettata e protetta sempre, anche con un corretto e prudente comportamento sulle strade."

Ora sappiamo cosa c'è in cima ai suoi pensieri!

il 14 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
rutz82 ha scritto:

ecchecazzo! gli africani valgono di più degli europei! è + giusto che muoia un italiano che non un povero africano! è più giusto che si ricordino gli africani morti che non gli europei... se non sbaglio ha parlato anche di terrorismo in qualche occasione, ha parlato di qualche disastro del III maondo... oppure è giusto che la gente faccia coglionate finchè è al volante e muoia e nessuno dica niente! forse è più incisivo il papa (in germania mi sembra fossero in 800'000, sempre che non fossero dati gonfiati dal potere catto-qualcosa) che non il ministro Storace.lo stronzio ubriaco che guida potrebbe anche provocare la morte di qualcun altro (Oltre allo stronzo ubriaco alla guida ce ne sono 3 sobri, magari in altra macchina, che vogliono divertirsi possibilmente senza morire, e lo stronzo ubriaco alla guida si schianterà pure contro qualcosa!) fosse per me due anni di carcere a chi viene trovato oltre allo 0,5 mg/l alla guida!

il 28 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sbrencu ha scritto:

Eh già, invece l'AIDS fa male solo a chi l'ha presa per primo, se non sbaglio...
Comunque trovo disgustoso il fatto che non solo Ratzy spari stronzate sulle radici cristiane dell'Europa, ma anche che generalizzando cerchi di imporre agli atei queste stesse radici, questi stessi valori... chi dice che solo ad Est sono fondamentalisti dovrebbe aprire gli occhi.

il 09 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
lorenzo ha scritto:

carissimi commentatori, vi dimenticate certamente che il papa pronuncia un discorso una volta ogni tre giorni, quindi è normale che non possa ricordare tutto e tutti sempre, ma ogni volta ha un pensiero particolare. inoltre, un morto per aids e uno schiantato contro a un palo, hano la stessa dignità: se si ricorda il primo, perchè non ricordare anche il secondo?
ennesima scusa banale per attaccare il papa..

il 09 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
lorenzo ha scritto:

ah dimenticavo..che lo vogliate o no, le radici della cultura europea e italiana sono cristiane: è inutile negarlo; perchè un qualsiasi storico lo può affermare tranquillamente. Il problema è che di tutto ciò ogg si fa una errata lettura politica-sociale

il 09 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

grandissima cazzata lorenzo.
greci e latini il cristianesimo non sapevano neppure cosa fosse. e la nostra cultura è nata lì (senza dimenticare i contributi egizi, fenici, ecc... ecc...)

il 09 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

davide: hai ragione. ma i "contributi" semiti arcaici potrebbero essere di gran lunga superiori a quello che comunemente si pensa.

Una storia meravigliosa della costruzione da parte dei classicisti razzisti europei dell'XIX secolo del mito della grecia "ariana" nonche' dei veri contributi semitici si trova in:

Atena nera : le radici afroasiatiche della civilta classica / Martin Bernal

in 2 volumi:
1 vol: L'invenzione dell'antica Grecia : 1785-1985. - Parma, Pratiche, [1991] XXX, 669 p.
2 vol: Documenti e testimonianze archeologiche.
Parma, Pratiche, [1994] 926 p.

un'opera che si legge tutta d'un fiato!!

il 09 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
olegna ha scritto:

greci e latini il cristianesimo non sapevano neppure cosa fosse. e la nostra cultura è nata lì (senza dimenticare i contributi egizi, fenici, ecc... ecc...)

Sono completamente d'accordo. E basta con le radici, l'identità e tutte 'ste cazzate.
Razionalità, logica, individualità..di questo abbiamo bisogno.

il 09 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
marco ha scritto:

Non capisco perchè quello che rimproverate a Ratzinger vi piace in Khamenei o Lia.

L'orrore è lo stesso.

il 09 Novembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

ma che stai dicendo marco, ci piace in Khamenei? e chi l'ha mai detto? Lia poi che c'entra?

il 24 Novembre 2006 (quando OMB accettava i commenti)
koan ha scritto:

Non è... per caso......... ma solo MOLTO, diciamo, PER PURO CASO che l'europa si sia formata dal COSI DENOMINATO DA QUALCUNO: "IMPERO ROMANO" (a tratti, dove persino: "SACRO")?
Davide, complimenti al tuo odio ateistico e laicistico, cosi SQUISITAMENTE OGGETTIVO, storicamente e culturalmente parlando.
Ti faccio presente, anzi, meglio, ti do una chicca:
oggi siamo esattamente, o diciamo grossomodo, nel 2006 D.C.
Vi dice qualcosa?

Nessuno esclude era classica, ellenistica, ma soprattutto grazie a quella romana e bizantina, in cui si collocano le origini dell'Europa CRISTIANA!

Complimenti, come al solito, a tutti quelli che sparano fregnacce infinite di stampo VOLGARMENTE, guarda caso, ateo-impositivo ( altro che -come dite- cattolico-impositivo, nel qual caso al massimo sarebbe forse piu corretto citare il proverbio de "il bue che dice cornuto all'asino!" ;)

L'irresistibile Impero Romano è stato conquistato e collegato in ogni sua parte CULTURALE, sulla base di infiniti martiri cristiani (pur non ritenendomi per questo, sia INCISO, d'accordo con la politica successiva esercitata dalla Chiesa e dal potere temporale Papale della Nuova Era CRISTIANO-EUROPEA; GPII, prima ancora di Ratzi, ha affermato proprio lo stesso che ribadisco IN TOTO!)

il 29 Novembre 2006 (quando OMB accettava i commenti)
koan ha scritto:

UN APPELLO .. su queste ultime giornate di visita diplomatica in Turchia da parte di Ratzinger:

Dio illumini il Papa e la Turchia, affiche tale cultura ottenga tutti i riconoscimenti necessari e unanimi per l'ingresso in Europa... e si rafforzi sempre piu il dialogo di pace in Medio Oriente, sulla base di un anti-colonialismo sempre piu affermato da parte dell'ONU nei confronti del mondo islamico, cosi violentemente STRUMENTALIZZATO dal potere militare, economico ed egemonico americano!

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere