qui giace OneMoreBlog2.31
«Ma io sono fiero del mio sognare, di questo eterno mio incespicare» (Francesco Guccini)
Alessandro Maggiolini
Premio Calderoli «Molti omosessuali possono essere curat. Coloro che hanno l'omosessualità quasi come una seconda natura devono accettare la rinuncia alla famiglia». La lotta per arrivare primio al traguardo del più baciapile tra i baciapile continua senza esclusione di colpi. Oggi è il vescovo di Como a deliziarci con un'uscita degna del dottor Mengele, riportata sulla striscia rossa de l'Unità, che lo porta a superare di un'incollatura il collega di Pistoia. Ecco quindi la Prestigiosa Giuria Verde prontissima ad assegnare il Prestigioso Premio in edizione speciale rosso porpora.
16.09.05 08:54 - sezione premio Calderoli
il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

"Molti omosessuali possono essere curati"

mentre moltissimi curati sono pedofili.
e, come scrive Slavoj Zizek,
non e' un caso

per non parlare del recente scandalo croato (qualcuno ne ha mai sentito parlare in italia?)
degli istituti cattolici per orfani
in cui si vendevano le prestazioni dei bambini

ovviamente la curia fa quadrato e accusa giudici e giornalisti di essere pregiudizialmente nemici della fede...

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
daniela ha scritto:

il problema è serio, ed è pure une tra le (non tantissime) grandi cazzate che ha scritto Freud: esiste una parte dell'umanità talmente terrorizzata dalla libertà di azione che preferisce pensare all'omosessualità come "perversione" quindi come "malattia" quindi inserirla tra la categoria delle cose "curabili", confondendo "curabile"con "accettabile". Il problema è il processo mentale di negazione della realtà che4 porta queste persone a negare la loro paura del presunto "diverso" per spostarla e inventarsi una malattia. Voglio dire, questi pazzi omofobi sono più articolati di quel che sembrano nella loro folia e non vanno sottovalutati. ( fine dell'"angolo dello psicologo in erba")

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Simone ha scritto:

Ma questo vescovo è un piccolo uomo. L'altro giorno l'ho visto parlare da Vespa. Pur di contestare le coppie di fatto balbettava cose senza senso. Una cosa imbarazzante, hanno preso lo scemo del villaggio e lo hanno mandato in televisione. Non avevano uno più sveglio? In pratica l'ometto diceva, seguendo lo stereotipo del prete rompiballe, che le coppie di fatto stanno insieme per interessi economici. Mentre se ti sposi, come per magia sboccia l'amore. E' sempre la solita storia, devono farsi i fatti tuoi, vogliono entrare in casa tua e giudicarti. Invece di accettare la realtà, e aiutare i prossimo, si arroccano su certe posizioni che sono così perchè devono essere così.. Basta!

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
massimoz ha scritto:

Beh, le coppie di fatto stanno insieme per interessi economici e gli sposati per amore? HAHAHAHAHAHAHAAAAAAAAAA!
Ma se è spesso l'esatto contrario?
Questo coleottero, Maggiolino, è più matto di Herbie, quello di Disney... e non fa manco ridere! Il premio se lo merita tutto!

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Sostenere che due omosessuali non possono FISIOLOGICAMENTE dare luogo ad una famiglia sarebbe una affermazione degna di Mengele?
Boh...passi che si voglia riscrivere la Storia a proprio uso e consumo, ma pure l'anatomia...

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

No, credo sia l'affermazione secondo cui possono o debbano essere "curati" a destare perplessità...

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Eppure Davide, al di là di ogni slancio polemico inerente a "normalità" e "perversità", ti faccio presente che quanto ha affermato Maggiolini è assolutamente vero. Credo che anche a Milano sia stato avviato un programma, ovviamente su base volontaria, che aveva come oggetto il recupero dell'identità sessuale, e che questo, senza infliggere intollerabili stupri psicologici, abbia conseguito in 7 casi su 10 una piena "guarigione" se così vogliamo chiamarla (meglio, appunto, un recupero dell'identità sessuale). Ovviamente questo programma (del quale non ricordo purtroppo il nome. E' roba di circa due anni fa, ma mi riprometto di documentarmi meglio) ha scatenato un putiferio di sterili polemiche inerenti alla "piena libertà di scelta del proprio orientamento sessuale": cazzata micidiale, poichè detta polemica parte dal presupposto che tutti i Gay siano felici e vivano la loro condizione con allegra e spensierata nonchalance, e che per tutti i Gay l'omosessualità sia una scelta definitiva, granitica, scevra da qualsivoglia ripensamento. Non è sempre così.
Ora, proprio in virtù della "piena libertà di scelta del proprio orientamento sessuale", un programma di "recupero" (non mi piace usare questi termini, ma non ne trovo di migliori, per ora) come quello succitato, non fornisce una ulteriore possibilità di scelta?
Secondariamente Maggiolini è un sacerdote della Chiesa Cattolica, come avrebbe dovuto esprimersi secondo te? Abolendo differenze e diversità che ci sono, innegabilmente?
Io nel suo discorso leggo una volta di più, da grande Uomo di Chiesa quale egli è, uno dei fondamenti della Morale Cristiana: la netta distinzione tra l'Uomo, che ha sempre dignità e merita rispetto, e l'azione che l'Uomo compie, che può essere giusta o sbagliata.
Noi non si butta il bambino con l'acqua sporca.
Anzi, non si butta il bambino e punto.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Calderoli for president ha scritto:

Bah, solito discorso, la mafia vaticana con sede a Roma ladrona non si sbilancia.
E' chiaro che i culattoni danno fastidio perchè magari io mi stò guardando le repliche dell'Atalanta e come cambio canale per sbaglio mi trovo due culattoni col fisico da giocatori di football vestiti come le tipe al carnevale di Rio, al gay pride di qualche anno fà.
Però si guardino a loro questi preti, perchè a furia di fare i repressi han fatto cose ben peggiori!
A me il fatto che un ragazzino parli delle sue pippe in una stanza chiusa di legno con un uomo di mezza età non mi mette mica tranquillo! E quello che ti dà per le balle è che la Chiesa ha coperto tantissimo lo scandalo dei preti pervertiti (vi ricordate l'arcidiocesi di Boston, che si è rifiutata di pagare i danni alle vittime? Assurdo, un ulteriore schiaffo morale!). I preti dovrebbero battersi contro temi molto più scomodi tipo l'abuso, soprattutto sui minori, anzichè perdere tempo con quei platinetti vari che son solo delle caricature umane! Ma perchè secondo voi la Chiesa non si schiera mai troppo apertamente su queste cose?

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Ora abbiamo un Papa che bastona a morte 'sti stronzi di molestatori in tonaca.
Dovreste tutti essere più contenti.
Amen.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

Io leggo nel discorso di Maggiolini, da grande Testa di Cazzo quale è, l'incapacità di accettare la realtà, che va ben oltre i ristretti confini che la Chiesa Cattolica vorrebbe imporre: che l'omosessualità non sia una malattia è un fatto accertato ormai da decenni dalla comunità scientifica.
Se poi esistono casi di "incertezza" sulla propria identità sessuale, il "recupero" è una questione ambigua, dal momento che non esiste una sessualità giusta e una sbagliata... anche l'eterosessualità non è una scelta granitica, il mondo è pieno di ripensamenti, anche da questa sponda del fiume.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Mauro ha scritto:

Bubbidolo allora perche' non fare anche un programma per "recuperare" chi fa una scelta eterosessuale per portarlo ad essere gay?

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

E chi ha mai detto il contrario, scusa?
Al solito dobbiamo chiederci, in tutta Onestà, come reagiremmo se nostro figlio ci confessasse di essersi improvvisamente scoperto eterosessuale oppure Gayo.
Conserveremmo la medesima serenità di giudizio (relativistico, nel tuo caso)? Faremmo scene madri da Compare Turiddu? Ci stracceremmo le vesti come Caifa? Faremmo vigliaccamente finta di nulla perchè il quieto vivere della palude del non-pensiero non ammette turbamenti di sorta, deve permanere nella scandalosa atarassia, nella asepsi morale?
Non lo so...ma penso, paradossalmente, che essere Cristiani possa aiutare ad affrontare con maggiore serenità queste contingenze.
Sul fatto che non esista un sessualità giusta e una sbagliata posso anche darti ragione: non è una questione emintemente legale o morale, bensì NATURALE.
Abbandoniamoci per un attimo ad un divertente paradosso: se tutto il mondo fosse abitato da eterossessuali (contando il ritmo sfrenato con cui ci piace copulare...eheheheheheh) la nostra malnata stirpe continuerebbe ad infestare il pianeta fino al giorno in cui un lustrale Sole diverrà una Gigante Rossa e ci spazzerà via dal cosmo.
Se, al contrario, tutto il mondo fosse abitato da omosessuali, temo avremmo SERISSIMI problemi a livello di continuità della specie...
Come ho già ribadito più volte l'Ideologia può combiare la Storia, ma la Natura se ne batte il culo delle capziosità e dei sofismi...

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sensi ha scritto:

o perche' non recuperare i vescovi? furstrati da una vita di atti impuri (si autoassolveranno?) e frustrazioni (sedate dalle genuflessioni di qualche affezionata credente, sia benedetta!)?
Dubbiolo, quanto e' piccola ed inutile una vittoria personale su una dialettica tanto superficiale quanto inconsistente come la tua. invece di fermarti ai livelli di comprensione che piu' ti fanno comodo per poter trascinarci in discussioni in cui puoi avere la meglio (perche' di questo si tratta,non certo discutere con la lontana possibilita' di cambiare idea), perche' non cerchi di cogliere la sostanza (sono sicuro che lo fai) e quindi, parlarne? in questo caso, a parte mengele, il punto e' la discriminazione che il patetico vescovo fa.
"FISIOLOGICAMENTE due omosessuali non possono avere un figlio (davvero??!!)."
FISIOLOGICAMENTE una coppia sterile non puo' avere un figlio.
FISIOLOGICAMENTE vescovi e dubbioli vari sparano cazzate convinti di aver inciso la verita' nella loro giusta storia.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

La questione naturale è che per generare un figlio servono un uomo e una donna.
Sull'attrazione fisica e sui sentimenti evidentemente la natura non ha la stessa capacità di controllo, ed è qui che subentrano le diverse sessualità. D'altronde l'omosessualità è fenomeno riscontrato anche nel mondo animale.
E ti dirò di più, Bubbidolo, e per conoscenza anche a monsignor Coleottero, in natura abbondano le coppie di fatto! E, pare, nemmeno una si è costituita per mere questioni economiche

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Sensi, Sensi...non fare oltraggio alla tua intelligenza e alla stima che, ti sembrerà incredibile, nutro nei tuoi confronti (se poi nulla te ne frega, amen, il rispetto e la stima si concedono gratuitamente, non per aver qualcosa in cambio).
Le "vittorie personali" mi piace conseguirle su altri campi, non sono così frustrato da dover supplire ai miei deficit (presenti, ovviamente, in me come in chiunque) sopraffacendo chicchessia in una discussione per poi dirmi micio, bello e bamboccione.
Sono più che certo che sai andare al di là delle genuflessioni da fellatio (immagine divertente, non lo nego) e delle banalità sui Vescovi in fregola che si masturbano nei confessionali quando i fanciullini vanno a raccontar loro che si sono "toccati" davanti al catalogo Postalmarket . Fregola dalle quale sembrano esenti Don Ciotti e Don Vitagliano (in effetti c'è da sperare che questi due non diventino mai Vescovi...).
Non cadere anche tu nel benaltrismo stile Tonni "io-piscio-nelle-acquasantiere".
In secundis ribadisco, due omosessuali (o tre o cinquemila...puoi aumentarne il numero finchè vuoi, tanto non faranno mai massa critica tale da "accendere" un figlio) non possono creare la Vita. Anche riccorrendo agli artefici della fecondazione assistita siamo sempre al medesimo punctum dolens: la Vita nasce dalla REALE biodiversità, ovvero dalla fusione di un principio MASCHILE con un principio FEMMINILE, e in questo la Religione, la Legge, la Morale, o i film con i gladiatori non centrano un bel nulla.
O vogliamo negare anche la realtà più elementare, stavolta sì, per conseguire una misera (miserrima) vittoria dialettica?
La tua citazione delle coppie sterili non ti aiuta: la sterilità è una malattia. Dal tuo discorso si deduce che anche l'omosessualità è una malattia.
Io tanto non arrivo a dire...

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Davide, l'omosessualità umanamente intesa NON SI RISCONTRA nel mondo animale: se ti riferisci agli sfoghi derivanti dall'assenza di un numero sufficiente di femmine (non esiste il lesbismo, se proprio vogliamo tirarla per i capelli, nel mondo animale) che affliggono certe congerie di scimmie antropomorfe, questi nulla hanno a che vedere con la dimensione sentimentale o liber-arbitrale di detti animali. Sono più simili ad uno stupro carcerario, visto che in casi riscontrati e documentati la sodomia animale diviene anche strumento di dominazione e di affermazione della propria superiorità sugli altri maschi del branco. Vuoi farmi credere che l'omosessualità è QUESTO? Ti prego, dimmi di no.
Anche perchè se continui su questo binario toccherà a me prendere le difese dei Gay, proprio per salvaguardare la loro Dignità da maldestre (e umanamente ingiuste) affermazioni...

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

Nemmeno l'eterosessualità umanamente intesa si riscontra nel mondo animale.
Conosci per caso una coppia di licaoni che si ama? Hai mai visto una coppia di maggiolini (con la m minuscola) che desidere convolare a giuste nozze al cospetto di Santa Madre Chiesa?

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Infatti, esiste l'eterosessualità come Legge Naturale, non matrimoniale o sacramentale, nel mondo animale. Senza contare che quello che dici è in parte falso: ovviamente non si può parlare di unione matrimoniale, ma animali come il Lupo scelgono una sola compagna per tutta la vita, così come è stato dimostrato che il delfino ( e forse altri cetacei) svolgono attività ("etero")sessuale per piacere e non solo al fine della procreazione.
Ti ricordo che non sono io che ho avvertito il bisogno di tirare in ballo gli animali per avvallare la mia tesi.
Non capisco francamente la tua obiezione.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Per Mauro: liberissimo di provarci Mauro. Non sarò certo io a impedirtelo.
Poi a fine anno fiscale valutiamo il numero degli iscritti e le percentuali di guarigione, se non ti dispiace.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

La mia obiezione è che l'unica Legge Naturale è quella che regola la procreazione.
Non vi è alcuna legge invece che regoli l'attrazione fisica nè i sentimenti verso l'altro o il proprio sesso.
L'accenno alle nozze poi voleva essere per i tanti (ma spero non tu) che schierandosi in difesa della famiglia cristianamente intesa, si dimenticano che il matrimonio non è altro che una convenzione sociale, a cui Madre Natura non aveva mai nemmeno lontanamente pensato.
Comunque occhio a costruire tutta la tua tesi sulle abitudini pseudo-matrimoniali del Lupo: il giorno in cui si scoprisse un lupo risposato o convivente col suo migliore amico, dovresti rivedere buona parte delle tue convinzioni :D

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Non sono mie convinzioni.
Ripeto: tu (non io) hai cercato una sponda per la tua tesi nel mondo animale, io ho semplicemente controbattuto.
Potrei ulteriormente stupirti dicendoti che per i Dottori della Chiesa il matrimonio non è un sacramento, bensi un contratto che gli sposi stipulano davanti a Dio, e che il sacramento consiste nel rito, i cui ministri sono gli sposi stessi, non il sacerdote.
Io mi sono limitato a riferirmi ad una immutabile Legge Naturale, non ho mai fatto menzione di sentimenti, attrazione, complicità o che altro.
Buona la battuta sul Lupo, speriamo che, a salvaguardia della onorabilità della Lupa, tu ti stia sbagliando ;).

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

Appunto, tu ti riferisci ad una legge naturale che nulla a che fare con eterosesseualità e omosessualità.
Omosessualità non significa "procreare con individui del proprio sesso", così come eterosessualità non significa "procreare con individui del sesso opposto"... entrambi i termini hanno a che fare piuttosto con l'attrazione fisica (per l'uno o per l'altro sesso, o per entrambi, vogliamo discriminare i poveri bisessuali :D ) e con i sentimenti che una persona prova (per l'uno o per l'altro sesso).
Queste due realtà non sono sotto il controllo di Madre Natura, figuriamoci del Maggiolino tutto matto.
Per questo l'accenno ad una "cura" è e rimane indice di ignoranza e di immotivata discriminazione.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Ma se la "cura" esiste, è efficacie e, soprattutto, viene liberamente scelta, che male te ne viene?
Non credo tu sia un oscurantista, cerca di non passare come tale...

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sensi ha scritto:

Bubbidolo, innanzitutto non ripeto il tuo nome due volte, non per non peccare di vanita', ma per non apparire falsamente saggio e quasi compassionevole. leggendoti qua e la in questo spazio libero (OMB!) ho due reazioni. la prima e' sentrimi coinvolto dalle tue parole che riescono quasi ad intrappolare nei tuoi argomenti. la seconda e' darmi una mazzata e svegliarmi per rimettere a fuoco l'argomento di cui si stava parlando. mi spiace, ma la sensazione post ipnosi che mi rimane e' quella che ti ho gia' scritto. ti interessano le vittorie, e piu' gridi ai sette venti che sono spregevoli e piccole, piu' avvalori cio' che penso:sono piu' importanti che poter discutere per cambiare idea su un argomento definito. disprezzare le scopate non fa certo crescere il pisello. non parlarne al contrario dimostra che non dai molta importanza alle taglie. ti ho riletto e non ho visto nulla che condannasse o fosse a favore della grossa merdata detta dal maggiolino porpora: la discriminazione degli omosessuali che vengono considerati malati.
per me l'omosessualita', come la sterilita' non sono malattie, ma condizioni. vedi quanto sia futile aggrapparsi alle parole? se io voglio solo evidenziare il fatto che coppie sterili, come omosessuali (come tra l'altro preti), non possono creare la vita, spiegami cosa apporta a questa mia osservazione la tua obiezione ("allora anche per te gli omosessuali sono malati").non fai altro che fuorviare il discorso, che io semplifico:
che qualcuno sia o no in grado di creare la vita, questo non mi autorizza a dire che sia malato o a discriminarlo in alcun modo.

sei d'accordo a cio' che ha affermato il vescovo? non voglio sapere cosa pensi delle iene che scopano tra loro (sono omosessali?non lo sono?a me non importa, visto che rispetto cio' che sono) se gli elefanti raggiungono l'orgasmo piu' volte dei criceti.
grazie per la stima...la ritengo immeritata.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sensi ha scritto:

in fondo, se ti chiedo qual e' il suono di una mano, per rispondere non devi batterle entrambe.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

Bubbidolo, non esiste cura se non c'è malattia.
Evidentemente esistono persone incerte sulla propria sessualità, ma per quanto riguarda coloro che sono certi della propria omosessualità, e la praticano quotidianamente "sul campo", non c'è nulla da recuperare nè da riportare sulla retta via, in quanto la retta via non è definita.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Kamo ha scritto:

dovremmo cercare piuttosto una cura per la demenza diffusa nel nostro paese..

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Allora:
1) Ripeto, spero per l'ultima volta, che l'argomento animali a fini apologetici non l'ho tirato fuori io, bensì Davide. Ho controbattuto su un piano nè ideologico, nè religioso, nè politico, ma, se proprio vogliamo usare paroloni, etologico. Tutto qua.
2)Ribadisco la mia adesione a quanto ha affermato Maggiolini, il quale sostiene semplicemente che le unioni omosessuali non possono trovare legittimo spazio all'interno della Chiesa Cattolica. Come ha giustamente sottolineato Davide la Chiesa non è il totus della realtà, quindi se le coppie Gay vogliono trovare un riconoscimento ad ogni costo, se lo cerchino da un'altra parte. Mi sarei al contrario molto stupito di sentire pronunciare da Monsignor New Beetle parole diverse.
Egli del resto non ha parlato di Fuoco della Gehenna che ghermirà le carni dei sodomiti, di stridore di denti o della fine che ha fatto Brunetto Latini.
Non ricominciamo con la sindrome da imbavagliamento dei prelati, per cortesia.
Essi hanno tutto il diritto, come chiunque altro, ad esprimere opinioni su materie che toccano da vicino sia il viver civile che il sentire religioso.
Quello che sta a cuore allo Scarabeo in questione è, a mio giudizio, la salvezza delle Anime, e di conseguenza agisce.
3) Non c'è nessuna hit parade riguardo a chi è meglio o peggio in base alla capacità di Creazione della vita. Chi opta per l'omosessualità non ne è in grado. E questo è incontrovertibile, non può essere oggetto di discussione, perchè neppure in un trilione di secoli una manciata di chiacchiere muterà questo Stato di Natura. Questo ovviamente non fa dell'omosessuale una persona peggiore nè migliore.
E questo se parliamo di "persone".
Se parliamo di azioni compiute dalle persone il discorso cambia, perchè, grazie a Dio, non c'è netta coincidenza tra le due cose.
4) Insisto nel sottolineare come dell'omosessualità si abbia spesso una visione distorta, fasulla, plasticosa. Spesso i Gay vengono viste come persone assolutamente felici, integrate, scevre da ogni problema psicologico, degli allegroni colorati che fanno tanto folklore.
Non è così. Le ragioni che possono portare ad una scelta di questo tipo (che io non ritengo giusta, non lo nego...ma è la mia mdoesta opinione) sono spesso oscure, traumatiche, annullanti.
Non trattiamo i Gay come animali da salotto cui lanciare l'osso della mendace tolleranza un tanto al chilo e a cui fare i grattini sul capo aspettandoci le fusa.
5) Se qualcuno ha organizzato un programma di recupero quale quello da me citato, che ha avuto buon successo, è evidente che alcuni (non tutti per carità) omosessuali percepiscono essi stessi la loro condizione come non naturale, o comunque non stabile e definitiva, che causa afflizione (quindi malattia) sul piano psicologico.
Oppure noi eterosessuali vogliamo pure spiegare ai Gay che sbagliano a tentare LIBERAMENTE di vedere un pò più chiaro in se stessi?

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
flor ha scritto:

per me è inconcepibile che nel 2005 si dia tutta questa importanza all'istituzione chiesa!! ed ancora piu assurdo che la diversità sia considerata come una malattia! quando è stata scoperta l america una intera popolazione è stata sterminata perchè la visione occidentale e quindi la chiesa considerava quella gente come diavoli in carne perchè diversi..STERMINATI! qualcuno ha mai provato scentificamente che l omosessualità sia una malattia?..e se pur lo fosse..il malato ha mai chiesto di essere curato? la sessualità è un istinto e anche negli animali esiste l attrazione verso lo stesso sesso..noi..esseri umani non siamo altro che animali pensanti..gli unici esseri che per altro stanno distruggendo un pianeta meravviglioso, forse l unico! queste false morali dettate da istituzioni che non dovrebbero avere alcun valore (visto ciò che hanno sempre combinato , e la storia lo puo raccontare) non fanno alto che avvelenare e limitare sentimenti veri che ogni uomo degno dovrebbe aver il diritto di sentire e vivere..io non sono nessuno per giudicare cio che è giusto o sbagliato..nessuno!io sono per la felicità e la libertà dell individuo..
credo che persone ciniche come bubbiolo..bubbildolo..non so che.. non meritano alcuna risposta a riguardo..l unica cosa che riesco a sentire è una specie di pena perchè è gente intrappolata mentalmente, brava a giudicare ed a usare come metro di misura per il proprio giudizio solo il loro punto di vista che realmente non è nealche il loro ma di un sistema che lo impone.un maniera così semplice di pensare.così facile.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
flor ha scritto:

caro bubbiolo... la stupida sono io che continuo a leggerti e rodermi il fegato.. però non posso non rispondere.. le sue continue accuse e offese che da buon cristiano credente in gesu non dovrebbero esistere.. parli dell omosessualita come malattia..insisti! non capisci che un omosessuale attanagliato da questo modo di pensare come il tuo che è nella maggior parte della gente finirà con il pensare di essere malato perchè tutti lo trattato come tale quando non lo è ... non lo è cazzo.. chi lo dice? quando avevo 16 anni ero attratta verso il mio stesso sesso cosa che credo sia naturalissima..e che non per forza debba capitare ad ogni essere umano.. hai presente le crisi di indentita che quasi tutti gli adolescenti passano? la stessa cosa accade con la sessualità.. è una malattia sentirsi confuso e poi magari con l aiuto di qualcuno trovare la propria strada?qualunque essa sia..e qualunque cosa riguardi..lavoro..sesso..ecc.. è chiaro che se hai tendenze omosessuali in questa società razzista ti vengano le crisi..inevitabilmente cadi malato per le pressioniche giornalmente il tuo cervello riceve. vorresti essere "normale" solo per non vivere in questo incubo di discriminazione e accusa! ma la realtà è che quello che hai dentro è reale, esiste e quotidianamente la tua natura deve lottare contro un sistema (nel quale vivi) che non accetta il tuo ESSERE! è dura! durissima!

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Qualche piccolo sprazzo per il flor-ilegio di flor, al quale dopo la lezione di Karate mi riserbo di rispondere in maniera più diffusa: non posso davvero declinare un così ricco invito a nozze:

1) Un miliardo e mezzo di persone ritengono inconcepibile la tua inconcepibilità dell'importanza della Chiesa nel 2005.
Facci il callo.

2) "La visione Occidentale, quindi la Chiesa".
Fantastico!! Massoneria, giacobini, illuminati illuministi sono stati del tutto ininfluenti nella genetica del pensiero occidentale, e Minnie e Topolino sono criptofascisti.
Hai ragione: sono stati proprio i Missionari a far cadere Montezuma e Atahualpa.
Complimenti!!

3) Se sei sordo comprati una boccia di Anauran (occhio a non berlo, mi raccomando: è solo per uso esterno): leggi quanto scritto sopra in riferimento ad animali, "malattia" e LIBERA VOLONTA' "auto-terapeutica" per alcuni omosessuali.

4) "Animali Pensanti che stanno distruggendo un pianeta meraviglioso": bello. Smemoranda 2005 o flyer pubblicitario dell'auto elettrica che SICURAMENTE hai acquistato già da qualche anno?

5)Meno male che tu sei mentalmente libero. In una manciata di righe hai brillantemente dimostrato di essere: intollerante (falsa morale, inconcepibilità della Chiesa nel 2005, provi pena per me...wow), non perfettamente aggiornato in materia di genetica del pensiero occidentale, commovente nel tuo eco-pacifismo all'acqua di colonia, vittima di pessime letture (nessuna lettura tout court?), isterico e piagnone.
En plein, mon amis!
Difficilmente riuscirò mai ad eguagliarti.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
alberto ha scritto:

Se la chiesa cattolica decidesse di farsi i cazzi suoi, ovvero non mettere il naso nella politica, non fare proselitismo mafioso, non rubare, non accumulare ricchezze illecite, non insidiare preadolescenti innocenti, ecce ecc, forse sarebbe anche legittimo assegnarle il diritto di dare le direttive che vuole ai suoi adepti (hai presente Ron Hubbard).

In Francia, paese civile, hanno bruciato le chiese e le han lasciate così, a "imperituro monito per le genti", con le statue di santi decollati dai giacobini in bella vista. Purtroppo noi siamo molto diversi, un viscido popolo di baciapile (compresi molti atei), leccaculi e quaquaraquà. "Ergo" ci meritiamo Maggiolini, Pera, Buttiglione e - voglio essere feroce - Renato Farina e Budget Bozzo.

Fratelli, il lamento non è ammissibile: abbiamo solo quello che meritiamo. Esisterebbe un unico modo per rifarci una dignità: portare in piazza Madama Ghigliottina. Ma noi italiani non abbiamo abbastanza palle per chiederne l'aiuto.

Quindi, giù in ginocchio tutti, diciamo due avemmarie e un padreggloria, facciamoci il segno della croce, rosicchiamo il corpo del nazareno zuppo del suo sangue (delle Lipari) e poi diamo ragione a Bubbolo. Perché in questo paese di merda hanno ragione quelli come lui.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
flor ha scritto:

di isterico nelle mie parole ci vedo ben poco..mi sono limitata a dire ciò penso.. piuttosto tu devi darti una calmanta. quello che tu pensi di me mi importa davvero poco.anzi, affatto! aggiungo che non voglio sentirmi uguale a nessuno ne tanto meno voglio che qualcuno mi eguagli.. non chiedo questo a te ne a nessuno! io sono intollerante..è vero! sonointollerante verso queste assurdità (che non sono il mio punto di vista)..come sono intollerante verso il razzismo, le discriminazioni..
e cmq.. a me sembri tu quello che si accende quando qualcuno non la pensa come te.
in questi termini non ho piu voglia di "interagire".. non è il mio modo di fare.. quindi ti chiedo umilmente di non rispondermi.grazie.

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

"Fantastico!! Massoneria, giacobini, illuminati illuministi sono stati del tutto ininfluenti nella genetica del pensiero occidentale, e Minnie e Topolino sono criptofascisti."

Però Bubbi-dubbidu tu ci insegni che tutti costoro seguono la scoperta dell'America di qualche secolo. Flor si riferiva allo sterminio degli indiani d'America e di Incas e Maya, e a quei tempi in campo morale dettava legge "Santa" Madre Chiesa, mi par di ricordare

il 16 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Fotone ha scritto:

Caro Biraghi, non capisco.

La Francia è il civile paese giacobin-iconoclasta cui Lei allude/plaude, oppure è l'incivile paese entro cui i poveri sans-papier muoiono carbonizzati in palazzoni fatiscenti e disumani, e contro il quale si scagliano sbavando gli anchor men del Tg3?

La prego, mi illumini (con parole semplici, a me comprensibili, si intende).

Anticipatamente ringrazio.

il 17 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Carissimo Fotone,
condivido appieno la tua breve e salace risposta al post di Alberto, il quale, con mio sommo stupore, ha gettato finalmente la maschera: ghigliottina, niente meno.
Ovvio è meglio tagliarla una testa che farla pensare.
Solo che nel suo specifico caso il boia non saprebbe bene cosa infilare nel ceppo...
Penso che alla fine il tapino si vedrebbe costretto a ghigliottinargli le chiappe, parte anatomica ove risiedono i suoi stinti gangli nervosi (parlare di cefalizzazione nel caso specifico mi sembra quantomeno inopportuno...non vorrei Linneo si rivoltasse nella tomba...).
Ma come diamine è possibile che chi continua a cianciare di diritti&libertà violate continui, una volta messo ai punti, a straparlare di ghigliottine, di imbavagliare tutto&tutti, di decapitare santi (statue per di più...peggio iconoclasta di Leone l'Isaurico), di prodursi in violenza pubblica e privata. Ma che è, ti sei sposato una stronza che t'ha fatto cagare sangue, che reagisci con un cotal furor uterinus?
Chiunque legga quasti post, si faccia una idea ben chiara e precisa di cosa ci aspetta qualora nel 2006 vincano i referenti politici di Alberto Robespierre-Marat: noi promettiamo, e lo dico senza troppa ironia, tangenti, corruzione, sperpero di denaro pubblico e generale menefreghismo nei confronti del depauperamento delle famiglie italiane.
Questi promettono: gogna, forca, guerra civile, censura, ghigliottina, comitato di salute pubblica, tortura, 10, 100, 1000 Piazzali Loreto, oscurantismo, disprezzo per l'Uomo, la Famiglia, il Credo Religioso (qualunque esso sia!), l'Ateismo (e qua hai toccato un ulteriore fondo, ma sono certo che sai fare di meglio).
Vi brucia che Ratzinger stia contribuendo in modo determinante a scavare la fossa per Prodi, vero? Certo, anche per questo "la Chiesa deve farsi i cazzi suoi". Comodo. Il silenzio eletto a sistema: coraggio, apriamo nuovi lager ove chiudere i diversi. Quanta ipocrita malafede, Gesù!!
Come ho già avuto occasione di dire in diversi post, nel momento del confronto il vostro castello di carte crolla, sentite istintivamente il bisogno ferino di mettere mano all'AK-47 e al cappio. Affanculo la Democrazia, la Libertà di Parola, le Dinamiche del Pluralismo.
Io non torcerei neppure un capello, se non per autodifesa, ad un oppositore politico.
Voi volete annientarne la Vita e annichilirne lo Spirito, per poi qualificare come fascista (sempre e comunque) chi come me, si affida ESCLUSIVAMENTE alla dialettica per smantellare (o criticare, condividere, completare) le altrui argomentazioni.
Avete così timore del Confronto che alla fine ritirate sempre fuori dalle cantine l'artiglieria di famiglia.
Cristo, quanta vigliaccheria.
Come soleva dire Flaiano: "Coraggio, il meglio è passato".

il 17 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Per Flor:
senza voler contrastare la tua volontà di non ulteriore interazione, solo una piccola specificazione: per quanto mi riguarda io non penso nulla di te. Puoi essere persona degnissima come no. La cosa non mi riguarda e non mi deve riguardare
Quanto ho scritto è da considerarsi esclusivamente risposta a quanto tu hai scritto, non la rivendicazione di una presunta superiorità morale o che altro.

il 17 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sensi ha scritto:

"Non trattiamo i Gay come animali da salotto cui lanciare l'osso della mendace tolleranza un tanto al chilo e a cui fare i grattini sul capo aspettandoci le fusa." hahahaha... insuperabile babydolo. ti faccio notare un dettaglio: io non tratto i gay, come non tratto, gli etero o i trans. semplicemente perche' l'orientamento sessuale di chi mi sta di fronte non e' per me un problema, tantomento una categoria. l'osso della mendace tolleranza ti deve essere andato di traverso mentre cercavi di spolparlo evidentemente.
La tua chiesa mi fa quasi tenerezza. quella tenerezza che si riserba ai potenti figli di **** che privati del loro potere sembrano piu' indifesi degli inermi che hanno calpestato per tutta la loro vita, con tnato di benedizione. la maggior parte del miliardo e mezzo di cui parli sai dove risiede? e sai che anch'io faccio parte della minor parte? e come me, tutti i battezzati di onemoreblog. potremmo fare una processione con cero pasquale, saremmo tutti dei perfetti chierichetti, ben allineati in bianca traettoria verso il paradiso e oltre! purtroppo pero' siamo diversi e poco allineati e questo non fa sicuramente bene alla chiesa bilionaria. per questo, i vari maggiolini purtroppo sono costretti ad inseguire, ad affannarsi per dire la loro che potra' essere ascoltata, come no. piu' cercano di arrampicarsi verso l'altare che hanno perso, piu' precipitano e piu' la sparano grossa. non hanno piu' il potere di un tempo che gli permetteva di imporre, questa a mmo avviso e' gia' una sconfitta doppia per loro. prova chiedere ad un omosessuale,se ne conosci, come vede la chiesa, e come vede le "cure" per la sua "scelta" (come la definisci tu). risparmiagli l'incazzatura, consigliagli di farsi solo due risate e provare un po' di tenerezza.
ignorarli sarebbe la cosa migliore. incazzarsi e' leggittimo. ma difenderli? non lo concepisco. se mi guardo indietro, spoglio dalla tua cultura cristiana, guardnado attraverso cio' in cui credo, non posso sentirmi in colpa per divisioni discriminazioni stermini e nefandezze di ogni genere. la tua chiesa non puo' dire lo stesso, ma continua imperterrita a schimazzare la via del bene. uniformatevi figlioli, seguiteci, noi conosciamo, noi vediamo, abbiamo competenze su tutto perfino sulla sessualita' che possimao solo immaginare.
invece di curare questi esseri contro natura, i poveri omosessuali, perche' i maggiolini non si cagliano contro gli affaristi, contro i parassiti, contro gli ipocriti i dittatori gli accumulatori, contro tutti coloro che invece che ad una persona alla volta, la mettono nel culo a milioni di persone ogni giorno. la risposta e' semplice e la rivendicano apertamente quando affermano con diritto (che ironia) che le radici di tutto questo sono loro.
indifendibili.

il 17 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Ecco il Sensi che ho imparato a conoscere e ad apprezzare. Un abbozzo di risposta , visto che mo devo loggare out. Argomentazioni non condivisibili ma ben argomentate (non è una recensione la mia, sia chiaro) e, forse in maniera inconscia, una auto-distinzione dalla palude miasmatica che ti circonda: credo di sapere bene che tu gli omosessuali non li tratti con la condiscendenza bonacciona di cui sopra. Lo stesso a mio giudizio non può dirsi per taluni tuoi colleghi. Mai ho rivolto direttamente a te un'accusa del genere.
Con stima,

B.

il 19 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sal ha scritto:

una cosa non capisco: ma a sti preti-vescovi-papi&cazzi vari che gliene frega di come il transitorio mondo deve essere ordinato, se poi Lui, Esso, Colui, il Grande Cartaio insomma, giudichera' e sistemera' ognuno per l'eternita'?

il 20 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Sensi, prima di scendere in dettaglio nel tuo onestissimo post, una domanda preliminare: sei più incazzato con Dio o con chi Dio te l'ha surretiziamente tolto, demolito, distorto, corrotto? Anche se tu fossi ateo la domanda non perde significato, così come non vuole essere un inopportuno invito alla conversione, soprattutto da parte di un soggetto, quale io sono, che avrà il suo bel da fare a salvare la propria di Anima per potersi permettere di fare il missionario in altrui lidi.
Da quanto sostieni in questo come in altri post, non ti piace il Mondo (inteso come insieme della comunità mondiale, non come "bellezza naturalistica" da cartolina) in cui viviamo, nello specifico rilevi una caterva di limiti e brutture nella società italiana (e su questo, anche se per motivi spesso divergenti, siamo d'accordo).
Quale ne è l'origine secondo te? E' davvero colpa di soggetti come Maggiolini, Ratzinger o Ruini?
Eppure dovrai riconoscere che oggidì la nostra società è ben poco permeata dalla Cristianità: il divorzio è una realtà dilagante, la prostituzione (etero, omo e bi) pure, la pedofilia cavalca sulle onde della Rete, l'aborto è stato legalizzato plebiscitariamente (e in questa precisa sede non voglio assolutamente dare valutazioni di carattere morale o etico. Mi limito a prendere atto della Realtà per come essa si presenta).
Lo scollamento del tessuto sociale è totale.
Ora ti chiedo, il radicale ridimensionamento che la Chiesa, l'etica cristiana, la morale laica civile hanno subito col Vaticano II, con la rivoluzione sessantottina, con la virulenza del revanchismo laicista, ha migliorato o peggiorato la nostra società?
Se credi in quello che scrivi, e non ho ragioni per dubitarne, dovrai riconoscere che ti stai scagliando contro un semi-cadavere agonizzante, te la stai prendendo con un bambino che caga, insomma.
In che modo la tua libertà personale, i tuoi diritti soggettivi sono compromessi o limitati dai porporati (o porporatti se preferisci...)?
Tu, io e molti altri (quasi tutti i "consociati" oserei dire) godiamo di libertà e diritti enormi.
Di espressione, di dissenso, di contestazione, di scelta dell'orientamento politico, religioso e sessuale, di studio, di promozione sociale, di impigrirci le membra e il cerebro o di sviluppare entrambi.
Eppure questo non sembra bastare.
Siamo (mi ci metto anche io, obvious) afflitti da una sorta di bulimia dello Spirito (o di quel che ne resta), per cui preferiamo scagliarci contro i feticci piuttosto che affrontare responsabilmente una singola domanda: chi ha veramente tradito le promesse? Chi ha "manipolato" il messaggio dell'Impostore Nazareno, come lo chiamava Federico II, o chi ci ha fatto credere che lo smantellamento del "vecchio" avrebbe portato una ventata di aria fresca, purificatrice, balsamica che ci avrebbe finalmente consentito di respirare la libertà, quella vera?
Io mi limito a rilevare come la città di Napoli sia precipitata, da 40 anni a questa parte, in una abisso dal quale non c'è via di uscita (non a breve termine, almeno), quanto negli ultimi trent'anni si sia spaventosamente alzata la percentuale di suicidi, quanto lo scontro politico abbia riassunto frequentemente le preoccupanti forme proprie degli anni di piombo, quanto sia diffuso l'uso di droghe (pesanti e leggere) e l'abuso di alcol tra gli infra-sedicenni, e mi fermo qui per non fare un inutile inventario che conosci già a menadito.
Ora, in tutto questo la Chiesa e suoi esponenti cosa centrano?
Secondariamente avrai notato come le forme che assumono con maggior frequenza le congerie anticlericali (o "critico-clericali") giovanili si riassumano in una brutta scopiazzatura laica della Chiesa (intesa come "ekklesia", assemblea): hanno i loro fedeli, hanno la loro liturgia sacra e intoccabile, i loro sacerdoti, i loro dogmi.
Soprattutto non si secolarizzano. Mai.
Ora, se questo può funzionare (è il mio punto di vista, non un assunto assiomatico) quando si tira in mezzo il Creatore, senza un Principio Assoluto e altro rispetto all'Uomo la cosa non può funzionare. Diviene un assurdo ontologico, sconfessato dalla Storia.
Eppure io in questo atteggiamento non leggo malafede (qualche anno fa sì, lo ammetto, e mi ci incazzavo pure) quanto la necessità di soddisfare un bisogno, di trovare una risposta.
Certo, se questa legittima necessità viene ignobilmente strumentalizzata e pervertita si continuerà a scagliarci contro i feticci perdendo di vista il vero Nemico.
Perchè è questo che in fondo stiamo cercando, no?

Con stima e cordialità,

B.

il 20 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
alberto ha scritto:

Bubbolo, ancora una volta ribalti la frittata per seminare zizzania con fiumi di parole totalmente off topic. Eppiantala lì!
Schematizzo il succo della faccenda, esposto qui sopra in forma di satira: la Costituzione italiana sancisce la laicità della Repubblica e vieta ingerenze da parte di rappresentanti di altri Paesi. Se venisse il re del Togo a spiegare al nostro governo come legiferare sulle coppie di fatto, verrebbe gentilmente mandato cagare. Invece alle farloccate di questa buffo sottosegretario di un re che nessuno ha mai visto (ma onnipresente-onnipotente-onniquelcheè) viene concesso ampio spazio sui media. E soprattutto si cerca di fare come dice lui. E' questo lo scandalo, non le fesserie dei vari Ruini e Maggiolini, loro fanno bene, fanno il loro mestiere.

il 20 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sensi ha scritto:

good mornin' everybody! im stuck inna babylon quindi rispondero' dopo.( e molto brevemente;-)
il re del togo e' grande amico del portatore nano ( e quando mai?!) ed ha affermato che grazie alla statura internazionale del burla noi non siamo piu' la solita itaglietta.

peace e calma a tutti :-)

bubbidolo,non ce l'ho con nessun dio, perche' non ne conosco, ce l'ho con alcuni essere umani, piuttosto....

il 20 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Alberto,se schematizzi fallo almeno in maniera decente: la Costituzione individua uno Stato laico, ovvero non confessionale. La laicità della Repubblica è un concetto diverso e verso il quale stiamo spostando attualmente l'asse istituzionale.
I discorsi sui "dignitari di uno stato straniero" lasciali fare a Peppone, che almeno aveva un minimo di senso del ridicolo.
Ma possibile che tiri sempre fuori bavaglio e mordacchia"(...)viene concesso ampio spazio sui media"?!?
E allora? Spiegami per favore, al di là, di una presa di posizione puramente ideologica (che è tua e solo tua, sia chiaro), che male te ne viene?
Non ti senti abbastanza libero in questo Stato?
Possibile che anzichè il confronto aperto tu preferisca relegare nel lager del silenzio?
Ma che logica è mai questa?
Le tue posizioni e quelle degli alti prelati si possono oggi confrontare sul campo senza bisogno di soterfugi o malizie di sorta.
Così come le mie si confronteranno a tempo debito sul medesimo campo con quelle dei prodiani, dei criptocomunisti, dei no-global.
Non posso eliminare dall'equazione un elemento: sarebbe dittatura.
E'sempre il cittadino che sceglie: non tu per una tua supposta superiorità morale.

P.S.
Di off topic, rispetto allo sviluppo del dibattito, io non leggo niente nel mio ultimo post. Ho magari preso la questione un bit alla lontana per non urtare uno spropositato numero di sensi-bilità, seguendo il new deal di OMB.
Leggi tra le righe, se vuoi.
Oppure non farlo.
Non importa.

il 28 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
marco ha scritto:

vergognatevi voi di sinistra anche contro i vescovi ve la prendete, gli omosessuali hanno dei problemi e devono essere curati

il 29 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sbrencu ha scritto:

Vabbé, allora caro Bubbidolo, facciamo che indiciamo un referendum sull'abolizione della messa domenicale e ci schieriamo a favore, noi atei... cosa ne penseresti tu, cattolico? Forse che noi ci dovremmo fare anche un pò i cazzi nostri e lasciare a voi credenti il diritto di gestirvi le vostre cose?
Quindi, quando qualcuno mi viene a dire che se voto sì ad un referendum sono contro la vita e contro la famiglia, che se sono omosessuale devo farmi curare altrimenti non farò parte del consorzio civile, che se non sono sposato sono una merda perché non dò origine ad una famiglia, bene, quando qualcuno che non ha una cazzo di idea su tutti questi argomenti e non ha mai messo in gioco il suo grasso culo per nessuno di essi mi viene a dire come comportarmi con dichiarazioni dogmatiche e deliri di onnipotenza ed onniscienza, beh, permetti che mi girino le palle? E' comodo tacciare gli altri di tirannia e despotismo invocando la libertà di espressione, ma dimenticandosi cronicamente che su tanti argomenti la chiesa, per le porcherie che ha commesso, dovrebbe solo tacere. Molto spesso, perché le affermazioni non siano irritanti, è necessario che l'interlocutore sia valido. Forse la Chiesa non è più vista come un interlocutore valido per certi problemi. Ora sta alla chiesa chiedersi il perché, a mio avviso.

il 29 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Bubbidolo ha scritto:

Ok Sbrencu. Verissimo. La Chiesa ha commesso parecchie porcherie. Certo che noi (tutti) dal 1789 in avanti stiamo decisamente recuperando terreno al riguardo...chissà che non riusciamo a superare i maestri porporati?

il 29 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sbrencu ha scritto:

Infatti... tu ascolteresti mai berlusconi che parla dell'onestà?
Ecco, la stessa cosa è sentire ruini o ratzy parlare di sesso, amore o della famiglia.
Non sanno nemmeno cosa cazzo sia.

E cmq per le porcherie che i porporati stessi continuano a fare (IOR, pedofilia, aiuto ai nazisti...) penso che sarà molto molto difficile superarli.

Infine, non capisco perché quando non si sa cosa rispondere si cerca di sviare la discussione.

il 21 Settembre 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Umberto ha scritto:

[URL]http://www.culo.hccapa.org[/URL] [URL]http://www.sicilia.opensourceday.org[/URL] [URL]http://www.canna.hccapa.org[/URL] [URL]http://www.opensourceday.org[/URL] [URL]http://www.gallipoli.opensourceday.org[/URL] [URL]http://www.egipto.relativo.info[/URL] [URL]http://www.relativo.info[/URL] [URL]http://www.hccapa.org[/URL] [URL]http://www.solitario.relativo.info[/URL] [URL]http://www.nati.opensourceday.org[/URL] [URL]http://www.alessandra.hccapa.org[/URL] [URL]http://www.lesbo.relativo.info[/URL]

il 12 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
nicola ha scritto:

a me il discorso sembra viziato in origine:gli omosessuali possono avere figli!e sai in quanti li hanno già....

quindi tranquilli la razza umana non rischia l'estinzione

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere