qui giace OneMoreBlog2.31
«Ma io sono fiero del mio sognare, di questo eterno mio incespicare» (Francesco Guccini)
Nando Vertemati
Premio Calderoli «E' sorprendente la meticolosità e l'impegno della sinistra paleo comunista nostrana milanese nel costruire le condizioni per fare perdere il centrosinistra a Milano». Lo ha detto dice Nando Vertemati, segretario provinciale dello Sdi, a proposito delle «prese di posizioni di una parte della sinistra milanese sul nome di Umberto Veronesi». Questa Autorevole Giuria si rende conto del pesante conflitto di interessi che la dichiarazione del Vertemati va a evidenziare. Altro che televisioni, ospedali, banche. Qui ne va del prestigio del più Prestigioso tra i Premi. Che fare?

Il Vertemati - è palese - ce l'ha proprio con le pagine che ospitano il Premio e in particolare - altrettanto palese - col thread sul potenziale "oncolosindaco". Che dovrebbe fare questa Autorevole Giuria Verde? Rinunciare a un'assegnazione quasi doverosa, per timore di apparire parziale, corrotta, disposta a favoritismi? Mai! Il Prestigioso Premio Calderoli vanta storia e tradizione. La Giuria che lo assegna è al di sopra di ogni sospetto. E allora che il Coppone Padano vada dov'è giusto, nelle mani del Vertemati, augurandoci che lo tenga ben stretto tra un equilibrismo politico e l'altro. Mica che poi lo fa cadere e il Prestigioso Premio s'acciacca, manco fosse un Bossi qualsiasi.
03.10.05 22:56 - sezione premio Calderoli
il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Stefano ha scritto:

Beh, ma è un dato di fatto.
Veronesi vincerebbe le elezioni a sindaco senza neanche bisogno del ballottaggio.
Se invece volete candidare un altro, auguri. Sarà Mestizia vestita da Letizia per altri n anni.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Marco Campione ha scritto:

Cioè, fammi capire, l'unico modo che ho per accaparrarmi il prestigioso premio è criticare Biraghi?

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
.mau. ha scritto:

è interessante il commento qui sopra. È come se nel 2001 la sinistra avesse candidato Albertini, così avrebbe vinto le elezioni a sindaco.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
alberto ha scritto:

Stefano: è un dato di fatto un accidenti. I sondaggi dicono utt'altro, ovvero che a Milano si vince comunque. Ovviamente alla politica fa comodo lasciar credere che l'oncosindaco sia l'unica certezza che abbiamo. Veronesi ha la sua audience, ma ha anche un bel po' di feroci oppositori che non lo voterebbero neanche sotto minaccia. E i milanesi sono meno idioti di quanto la nomenklatura vuole far credere (o "crede").
Marco: no, può dare vantaggio, ma non è condizion sufficiente né necessaria. Molto più utile dire frasi poetiche tipo "la sinistra paleo comunista nostrana".

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Stefano ha scritto:

Prendo atto che i sondaggi parlano di una sinistra straripante a Milano. Evidentemente quelli che ho sottomano io sono riferiti a Milan, Michigan, USA.
Fate un po' come vi pare ma se non candidate Veronesi e perdete, io accetto il lavoro che mi hanno proposto in Olanda e saluto Milano per sempre.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sulu ha scritto:

il dibattito e' scaduto nell'avere due fazioni che si sparano addosso e le argomentazioni sono sempre meno, da una parte e dall'altra. Personalmente la vedo brutta per il centrosinistra (mi piacerebbe poter dire la Sinistra, ma ...), per la capacita' di governare ed amministrare anche qualora si vincesse.

Su Veronesi: mi pare che Alberto abbia argomentato seriamente. Alcuni della fazione opposta pure, ma in generale prevale una "real politik" che dice: cosi' si vince, altrimenti si perde. Argomentazione alquanto bizzarra nel momento in cui non si parla di altri candidati alternativi.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Stefano ha scritto:

Real Politik, esatto.
Faccio un esempio. Clinton telefonò a Kerry e gli disse "se vuoi vincere le elezioni devi ripetere 10000 volte che sei contrario ai matrimoni gay". Kerry disse va bene ma poi confidò ai collaboratori "io sono un liberal e non lo farò mai". E perse.
I gay americani hanno guadagnato o perso dall'integerrima presa di posizione di Kerry ?
I milanesi guadagnerebbero qualcosa se la sinistra candidasse, che ne so, Simona Panzino (senza volto, no comment che è meglio) e prendesse una scoppola colossale ? Certo, la Panzino non è collusa coi poteri forti. Ma che bello.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sulu ha scritto:

su Kerry ci sono anche molte altre chiavi di lettura: secondo me ha perso perche' era troppo moderato, troppo poco riconoscibile (altri dicono che ha perso per via delle macchinette elettroniche conta voti che gli hanno "soffiato" qualche milione di preferenze).
Zapatero ha vinto e non era moderato. Vendola ha vinto e non era moderato. Bush ha vinto e non era mdoerato. La Merkel e Schroeder hanno pareggiato ed erano entrambi moderati

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Giorgio ha scritto:

Se tra Simona Panzino e Umberto Veronesi non ci fosse niente, allora sarebbe meglio che il centrosinistra facesse i bagagli e se ne andasse. Per fortuna il tempo di trovare un candidato condiviso c'è. Quello che manca mi pare sia la volontà di cercarlo.
In quanto a dichiarazioni inopportune, temo che Veronesi potrebbe essere più pericoloso d'una Panzino.
Se Veronesi fosse uscito da delle primarie come ha fatto Kerry, allora non ci sarebbe nulla da dire, ma è stato paracadutato dall'alto da una politica che dimostra così di essere interessata più alla vittoria comunque si ottenga che ai problemi di Milano.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Stefano ha scritto:

Ma io non ho mai scritto che si vince se si è moderati. Anzi. Io ho scritto che si vince se si è pragmatici. Che è molto diverso. Vendola era il candidato giusto per la Puglia. Zapatero ha vinto cavalcando l'onda degli attentati (senza tanti scrupoli e con manovre mica tanto belle. Ma ha vinto. E adesso governa assai bene). Bush ha vinto perchè ha capito che doveva fare concessioni spudorate agli intransigenti della morale e degli pseudovalori: peccato che a lui della morale non importa proprio nulla, e figurarsi dei valori. Ma ha vinto. E adesso fa quel che vuole.
Qui non si tratta nemmeno di fare qualcosa del genere. Si tratta di dire: ben venga Veronesi. Veronesi, mica Calderoli. Oppure, fate nomi alternativi. Che non si son fatti mi risulta ("io so un nome ma non te lo dico. Specchio riflesso. Gne gne gne"). E andiamo alle primarie. Dove vincerà Veronesi, of course.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
jello ha scritto:

fantapolitica:
Berlusconi non si candida come premier ma come sindaco di Milano e vince!!

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Marco Campione ha scritto:

Sulu: Merkel e Shroeder hanno pareggiato. Ma Lafontaine ha perso. E non era moderato. E dico di più: senza Lafontaine, Shroeder avrebbe vinto.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
sulu ha scritto:

Fin dall'inizio della discussione ho lamentato la mancanza di nomi condivisi, evidente anche dal "nostro" cambiamilano.it.
Se si va alle primarie, invocate da molti, in effetti probabile che vinca Veronesi. Questa e' la democrazia, ci piaccia o no, giusta o no.

Mi permetto pero' di interpretare lo spirito di questo Blog, dicendo che non si ha la smisurata ambizione di decidere qui il candidato, bensi' di farsi portavoce di un certo sentire della Societa', che non giustifica tutto quello che non e' berlusconi, senza se e senza ma.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Stefano ha scritto:

Intendiamoci. A me, faccio un altro esempio, Pier Luigi Bersani andrebbe benissimo come candidato. Forse anche meglio di Veronesi. Ma prenderebbe meno voti. Rischierebbe di perdere mi sa. E allora dico ben venga Veronesi.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
roberto bini ha scritto:

"Zapatero ha vinto cavalcando l'onda degli attentati" è un'idiozia talmente antistorica che non merita neppure di essere contraddetta.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Marco Campione ha scritto:

"cavalcando l'onda degli attentati", forse no. certamente ha vinto perchè Aznar ha mentito sugli attentati. Chiedi a chiunque in Spagna e ti dirà che è così.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

e' certamente contraria alla verita', ma e' anche un'idea molto diffusa nel centrodestra.

se convenisse, non credo che le forze occulte (mica tanto) che reggono adesso il paese avrebbero problemi ad inaugurare una nuova stagione di bombe in italia pur di mantenere il potere.
altro che legge elettorale: prima delle elezioni aspettiamoci di tutto....

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Stefano ha scritto:

Certo che Aznar ha mentito. Ma se il comportamento di Zapatero vi è sembrato limpido, io vi invidio anime candide; mi chiedo però cosa avreste pensato fosse successo al contrario... (comunque, addavenì Zapatero in Italia. Purtroppo non abbiamo nessuno così).
Sulle bombe, non saprei, ci credo pochissimo.
Di certo il Nano è al di SOTTO di ogni sospetto in questo caso.
E cmq adesso siamo OT.

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
renata ha scritto:

Non si è mai parlato così tanto di Vertemati, dovrà molta riconoscenza al Premio Verde :-)

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Q ha scritto:

"Ma Lafontaine ha perso. E non era moderato. E dico di più: senza Lafontaine, Shroeder avrebbe vinto."
Anche questa non è male... Lafontaine ha perso l'8,6% partendo da un partito col 4%.
Inutile, per chi mastica di politica poi, dire che :
- il 4% di post-comunisti non avrebbe MAI votato Schroeder
- dell'altro 4% lo avrebbero votato, forse, la metà
Mi dispiace che l'exploit di Lafontaine susciti tanta bile....

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Marco Campione ha scritto:

Caro Q, parli della tua bile? perchè a me non sembra di averne messa.

Rileggo il tuo post e deduco che a tuo avviso:
- il 4% di Lafontaine è un successo
- il 2% di Lafontaine non sono voti tolti a Shroeder o ai Verdi (e a chi li ha tolti alla Merkel?)
- il 2% restante di Lafontaine è tolto a Shroeder e ai Verdi (e quindi mi dai ragione: lo ha fatto perdere)

il 04 Ottobre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

parlare di percentuali spesso induce a distorsioni ottiche. lo dico senza "parteggiare" per l'uno o per l'altro in questo discorso.

ma sarebbe piu' opportuno parlare di cifre reali di elettori, senno' un partito che pigliasse sempre il 40%, ma con un calo dell'affluenza alle urne del 30%, percentualmente rimane invariato, ma difatto e' in pieno tracollo.

il picci' del 30% con l'affluenza che si aveva un tempo non e' paragonabile al (boh? quanto e'? 16%?) con il 70% scarso scarso di elettori.

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere