qui giace OneMoreBlog2.31
«Ma io sono fiero del mio sognare, di questo eterno mio incespicare» (Francesco Guccini)
Paolo Guzzanti
Premio Calderoli «Eletti con sfibrante ritardo e con prove generali di disunione nell'Unione i due presidenti di Camera e Senato, si è messa ieri in moto la gigantesca partita politica del Quirinale, per eleggere il successore di Ciampi che dovrà arbitrare la politica italiana per sette anni. La questione è partita in maniera dura e violenta, se si deve giudicare dal discorso di Fausto Bertinotti che si è rivolto a mezza Italia ignorando e disprezzando l'altra e trattando l'economia in termini di scontro fra sfruttati e sfruttatori, cioè riportando l'orologio della storia indietro di un secolo, quando a dire gravissime sciocchezze come questa era gente come il giovane agitatore socialista Benito Mussolini che guidava l'estremismo con parole perfettamente traducibili in quelle bertinottiane». Per questa suprema idiozia, scritte su Il Giornale della famigla Berlusconi, l'Autorevole Giuria assegna al fu-mitrokiniano frustrato il Prestigioso Premio Capovolto. Grazie Salvatore per la Preziosa Segnalazione.
01.05.06 09:52 - sezione premio Calderoli
il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Tranne l'incomprensibile affermazione finale su Mussolini,l'on. Guzzanti dice cose giustissime. Fortuna che non ha deciso di fare il comico,lui.

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
antonella_c ha scritto:

ah no?

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
berja ha scritto:

no, gli rende molto di piu'(e lo espone molto meno) fare il lacche' di villa san martino e palazzo grazioli.

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Olezzo d'Ascella dagli Effluvii Aspersi ha scritto:

chissa come fanno i suoi due pargoli a sopportarlo :D

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
KING LEAR ha scritto:

personaggio livido, livoroso, rancoroso, vendicativo: come è riuscito a fare tre figli super ?
(@@)

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Olezzo d'Ascella dagli Effluvii Aspersi ha scritto:

ossignur...3??
non erano solo sabina e corrado??

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Salvatore ha scritto:

No, c'è anche la figlia più piccola di cui non ricordo il nome, se non sbaglio ora lavora con la Gialappas.
Comunque Kaiser, secondo me la verve comica i figli l'hanno presa proprio dal padre, riesce a dire idiozie comiche con una fantasia senza pari...:)
Sono d'accordo con Olezzo, chissà come fanno i suoi pargoli a sopportarlo (ma lo sopportano? Chissà..).
Comunque anche qui assistiamo al ribaltamento della realtà, dopo la Moratti alle feste del 25 aprile e del 1° Maggio, aspettiamoci un Berlusconi che dichiarerà di essere: "un baluardo delle libertà, contro il fascismo di Prodi e compagni".
Follia totale.

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
-=MaXVaX=- ha scritto:

Ah beh Guzzanti padre .. si certo, colui che dice da anni che il DC9 di Ustica e' caduto da solo .. ah si si ... ma ancora ha diritto di parola dopo tutta la collezione di contumelie che ha profferito ?

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Salvatore ha scritto:

Ed infatti ecco la dichiarazione di Calderoli dopo l'ennesima sceneggiata della Moratti:

11:16 Calderoli: "Contro la Moratti i soliti fascisti rossi"

"Esprimo tutta la mia solidarietà al ministro Letizia Moratti per l'aggressione di cui è stata, ancora una volta, oggetto, e tutta la mia ammirazione per il coraggio dimostrato a scendere in piazza a Milano questa mattina": lo ha detto il sen. Roberto Calderoli, coordinatore delle segretarie nazionali della Lega Nord. "Anche oggi - ha aggiunto Calderoli - i 'fascisti rossi' hanno dato una prova della loro intolleranza, del loro razzismo e della loro vigliaccheria".

Eh si, siamo fascisti, d'altronde anche Mussolini era socialista..., tutto il male viene da una sola parte..., mentre a destra non sono "intolleranti", semplicemente vogliono la LEGALITA', non sono razzisti, è solo che gli islamici sono inferiori e poi a dirla tutta i neri puzzano anche un pò, non sono vigliacchi, per questo quelli della Lega non sono venuti meno ai loro principi e non si sono alleati mai con il Berluskaiser di Bossiana memoria, è solo che Berlusconi è diventato buono improvvisamente.

L'unica vera speranza è che tutto questo sbraitare, tutta questa sceneggiata, cadano nel nulla che il cdx attualmente rappresenta.

Ma che vadano aff.........:)

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
sibilla.cumana ha scritto:

Salvatore, spero anch'io come te che...
vadano...aff........:)
Sarebbe ora per questi pagliacci!

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Ellroy ha scritto:

A parte che io non ho sentito un discorso particolarmente di parte.. Se Guzzanti pensa veramente che non esistano più gli sfruttati.. credo si sbagli profondamente. E cmq il raffronto con Mussolini mi sembra un vero delirio..
Continuo a ricordare che i nipotini di Mussolini vanno a braccetto con il suo datore di lavoro. E che il partito che ha sempre avuto una matrice di stampo fascista è la lega.

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
KING LEAR ha scritto:

no, non lo sopportano. Sabina poi non gli parla più.
:-))

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

Fortuna che non ha deciso di fare il comico,lui.

no, lui aveva deciso addirittura di fare il comunista militante. poi, come tanti altri, è stato fulminato sulla via di Arcore, e ha cominciato a dire "cose giustissime" con un ritmo impressionante

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

La terza figlia mi pare si chiama Caterina. Certo che è assurdo che padre e figli non si parlino per ragioni politiche...cmq sono affari loro,chi se ne frega.

Salvatore : sì,il male viene sempre e solo da una parte : l'estremismo. L'avremo detto mille volte : la destra e la sinistra sono quelle moderate,i fascisti e comunisti non hanno identità politica,sono estremisti e sono UGUALI. Facci caso : Mussolini era socialista. Il nome completo del nazismo era nazionalSOCIALISMO. Anzi,il nome completo era partito nazionalsocialista dei lavoratori tedeschi. Lavoratori,capito? Quelli che oggi festeggiano. E poi, sia i comunisti che i nazifascisti sono anticapitalisti, sono antiborghesi, sono anti-sistema, sono contrari alla globalizzazione. Sia comunisti che nazifascisti parlavano (parlano) di RIVOLUZIONE, in un modo o nell'altro. Entrambi sono anticristiani,entrambi sono anti-israeliani e soprattutto,la più grande cosa che li unisce, sono anti-americani!! Facci caso, in America non esistono partiti comunisti o fascisti : ci sono solo democratici e repubblicani, ovvero centro-destra e centro-sinistra, più o meno,anche se in politica italiana si tradurrebbero diversamente. Il fascismo non è di destra,il comunismo non è di sinistra. Come si spiega sennò che Craxi sta con la CDL? Nazifascismo e comunismo sono (o meglio,erano) due facce di una stessa medaglia : la lotta armata e rivoluzionaria contro l'ordine tradizionale,per un motivo o per l'altro. Per questo, Berlusconi non è fascista,e neanche Fini. Perchè sono di DESTRA. Per questo si può parlare di "fascisti rossi" o di "comunisti neri", perchè sono uguali. E da lì che viene il male.

Gli islamici non sono inferiori in quanto tali. E la loro civiltà,i loro modi di vita ad esserlo, nell'ambito dei diritti umani, almeno per quanto riguarda i nostri parametri. Questo almeno dicono Berlusconi e Pera. Poi Salvatore, come sarebbe a dire che il centrodestra non rappresenta nulla??? Questa è bella : per tua informazione il centrodestra rappresenta oltre la metà del paese. E il centrosinistra che, con una maggioranza risicatissima di seggi ottenuti grazie alla legge calderoli e un'assoluta minoranza in termini di voti,non rappresenta neanche metà del popolo italiano.

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Antonio ha scritto:

Mi rammarico per i ragazzi come kaiser che sono venuti su sotto berlusconi e non hanno conosciuto politicamente nientaltro e mancano di termini di paragone. Ma comunque anche per voi arriverà il momento in cui intravvederete la luce in fondo al tunnel, ci vuole pazienza.

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Mi rammarico per le persone come Antonio che pur millantando di avere una età anagrafica sufficiente ad avergli fatto conoscere ogni più recondito segreto della politica mondiale dal trasformismo giolittiano al celodurismo bossiano si limitano a rispondere ai giovani desiderosi di apprendere con pensieri e sillogismi tipici di un'infanzia ormai lontana,per entrambi.

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
antonella_c ha scritto:

kaiser tu ,più che desideroso di apprendere, mi sembri desideroso di sentenziare .
comunque noto con piacere che nonostante siamo tutti stronzi resti volentieri in nostra compagnia

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Io sentenzio? Non mi pare. Io discuto, scrivo qualcosa, gli altri sentenziano.

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Non avevo letto il post di Ellroy : la Lega sarebbe un partito di stampo fascista? La lega è tutto meno che fascista,in quanto federalista e separatista, E poi Bossi ne ha dette non si sa quante sul (presunto) fascista Fini...

il 01 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
l'ingenuo siculo ha scritto:

ragazzi non capisco tutta sta meraviglia, ma ci avete mai pensato che per guadagnare la pagnotta (e che pagnotta!) quanto e' piu comodo fare il cane addomesticato e sparare monotematiche minchiate piuttosto che lavorare (magare facendo qualche straccio di ragionamento che comporti l'impiego della materia grigia) . a scanso di equivoci parlo di guzzanti e del resto del serraglio domestico del premiato canile delle liberta'.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
danjar ha scritto:

Secondo me Guzzanti ha detto quella cosa per vincere il Premio Calderoli. Sembra detta apposta...

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Salvatore ha scritto:

Danjar, secondo me Guzzanti ha fatto di più, ha detto una cosa "insopportabile ed inaccettabile" per i comunisti, ma altrettanto "insopportabile ed inaccettabile" per molti simpatizzanti della destra, e quindi tra molti lettori del giornale.
Sono certo che qualcuno di loro avrà affermato: "Ma come si permette Guzzanti a paragonare un infimo comunista come Bertinotti ad un grande statista come il duce?"..:)
In Guzzanti deve essersi risvegliatoa per un secondo la piccola fiammella comunista che è rimasta da qualche parte dentro di lui (forse nei capelli) e, poveretto, ha fatto confusione....:D
Comunque rallegriamocene, è riuscito a vincere il primo premio Calderoli Bipartizan della storia, in quanto ha detto un'idiozia sia per quelli di sinistra che per quelli di destra.
Merita un applauso! :)

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
xtress ha scritto:

che fastidio la parola liberta' detta da "loro", che fastidio la parola democrazia detta da "loro"...

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Salvatore ha scritto:

Kaiser, proverò a rispondere alle tue affermazioni, anche se forse non sono la persona più adatta per farlo.
Purtroppo, ciò che dici è uno dei tanti "luoghi comuni" che girano intorno al fascismo.
Di simile, il socialismo reale dell'ex URRS ed il nazifascismo hanno solo il periodo storico in cui sono nati ed il loro autoritarismo partitocratico.
Vero è che Mussolini iniziò la sua carriera politica nel Partito Socialista, ma egli uscì dal partito socialista e fondò i "fasci di azione rivoluzionaria" proprio perchè in totale dissenso con il socialismo italiano, che Mussolini riteneva morto.
Inutile ricordarti che la prima vittima del fascismo fu proprio il socialista Giacomo Matteoti, uno dei più fieri antagonisti del duce.
Mussolini riuscì ad ottenere il Primo incarico di ministro a causa di un re pavido ed incapace, che pur avendo l'esercito dalla sua parte preferì evitare spargimenti di sangue e consegnò l'incarico di primo ministro al duce.
Il fascismo andò al potere definitivamente, e diventò dittatura, grazie ad una nuova legge elettorale (se non sbaglio Legge Acerba), approvata poco prima delle elezioni e completamente sbilanciata a favore del partito fascista, al quale bastò ottenere il 25% di consensi per avere la maggioranza assoluta in parlamento (uhm, ti ricorda qualcosa questa parte? Fortuna che a qualcun altro il giochetto non è riuscito).
Matteotti, socialista, fu appunto assassinato perchè aveva chiesto l'annullamento delle elezioni a causa delle irregolarità commesse, a seguito di quell'assassinio Mussolini proclamò la dittatura.
Tra gli altri fieri oppositori, e per questo perseguitati, del fascismo ci furono Antonio Gramsci, comunista, e Pietro Nenni, socialista.
Se tutti questi socialisti e comunisti osteggiarono Mussolini evidentemente la filosofia fascista non era molto simile a quella socialista-comunista, non credi?
In effetti il fascismo, per stessa ammissione di Mussolini, non aveva alcuna ideologia se non quella "dell'azione", intesa come repressione, terrore, violenza, uso della forza contro qualsiasi oppositore.
L'idea fascista fu elaborata solo nel 1920 con il "Manifesto del fascismo" di Giovanni Gentile.
Il fascismo, a differenza del comunismo, fu un movimento che ebbe sostegno e forza soprattutto dall'alta borghesia e dalle grandi industrie capitalistiche.
Il fascismo, a differenza del comunismo, fu un movimento nazionalista che puntava a rimarcare le differenze sociali e spingeva molto verso un'ottica individualista, è bugiardo dire che Mussolini promulgò le leggi razziali perchè costretto da Hitler, il "Manifesto degli scienziati razzisti" fu pubblicato la prima volta il 15 Luglio del 1938.
Il fascismo, a differenza del comunismo, riteneva l'insegnamento religioso fondamentale, l'insegnamento della religione a scuola diventò obbligatorio proprio nel periodo fascista, non a caso il fascismo firmò il Concordato con la Chiesa Cattolica.
Il fascismo respingeva il pacifismo e la democrazia, il primo ritenuto atto di viltà, la seconda ritenuta inutile "dittatura di pochi".
Riporto: "[...]Una siffatta concezione della vita porta il fascismo a essere la negazione recisa di quella dottrina che costituì la base del socialismo cosiddetto scientifico o marxiano: la dottrina del materialismo storico secondo il quale la storia delle civiltà umane si spiegherebbe soltanto con la lotta d'interessi fra i diversi gruppi sociali e col cambiamento dei mezzi e strumenti di produzione."
"[....]è negata anche la lotta di classe, immutabile e irreparabile, che di questa concezione economicistica della storia è la naturale figliazione, e soprattutto è negato che la lotta di classe sia l'agente preponderante delle trasformazioni sociali[....]
"Il fascismo nega che il numero, per il semplice fatto di essere numero, possa dirigere le società umane; nega che questo numero possa governare attraverso una consultazione periodica; afferma la disuguaglianza irrimediabile e feconda e benefica degli uomini che non si possono livellare attraverso un fatto meccanico ed estrinseco com'è il suffragio universale. Regimi democratici possono essere definiti quelli nei quali, di tanto in tanto, si dà al popolo l'illusione di essere sovrano, mentre la vera effettiva sovranità sta in altre forze talora irresponsabili e segrete."
[....]«La ragione, la scienza -- diceva Renan, che ebbe delle illuminazioni prefasciste, in una delle sue Meditazioni filosofiche -- sono dei prodotti dell'umanità, ma volere la ragione direttamente per il popolo e attraverso il popolo è una chimera. Non è necessario per l'esistenza della ragione che tutto il mondo la conosca"
Mi fermo qui perchè non posso scrivere un post chilometrico, ti invito piuttosto a "studiare" senza chiedere agli altri, basta un'enciclopedia, qualche libro ed internet, dove trovi tutto quello che ti serve:
Parti da wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Fascismo
http://it.wikipedia.org/wiki/Interpretazioni_del_Fascismo

E, te lo dico con tutta la modestia del caso, la prossima volta, prima di fare "affermazioni" credo sia meglio informarsi, non è bello esprimere concetti senza sapere niente di ciò di cui si sta parlando.
Mi scuso per la lunghezza, del post, non ho resistito...:-)

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
drizzt ringrazia Salvatore per everlo preceduto... :-) ha scritto:

Salvatore... :-D

grazie ho un dolore al polso e non posso scrivere a lungo..., ma non riuscivo a fermarmi... :-))
la tua risposta è arrivata a "fagggiuuuolo"

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Salvatore,sulle differenze fra fascismo e comunismo hai ragione,ma io credo che in fondo l'anticomunismo,il nazionalismo e l'appoggio alla religione del fascismo non erano che banali scuse per mantenere il potere e cercare appoggi ovunque. D'altronde Mussolini era un cretino anti-clericale e ateo,insomma un perfetto comunista. Cmq credo che sbagli sulle leggi razziali, perchè il fascismo le fece non perchè costretto da Hitler (il cancelliere tedesco non poteva certo imporre leggi ad un'altro paese,per giunta alleato) ma più che altro per imitarlo. Per ammisione dello stesso Mussolini,il fascismo non era razzista in origine. Lo diventava nel 1938, guarda caso 16 anni dopo la presa del potere e guarda caso 3 anni dopo le leggi di Norimberga. Se il fascismo era da sempre antisemita, se lo sarebbe dovuto ricordare subito di fare leggi discriminatorie,no?

Io personalmente sono di destra ed è per questo che non potrei mai essere fascista. Hitler e Mussolini non erano che due comunisti che si inventavano cazzate di ogni genere per arrivare al potere,e per questo non meritano che disprezzo. D'altronde,prima della guerra Hitler e Stalin si allearono,e insieme al fascismo probabilmente puntavano ad abbattere "le plutocrazie occidentali", la vera destra insomma. So che molti a sinistra non condividono,ma in fondo il nazifascismo non è che un movimento di estrema sinistra,o se preferite,un movimento fuori dalle tradizionali destra e sinistra moderate,che in Italia vanno da AN all'UDEUR,e si colloca in quell'area esterna che è l'estremismo,insieme ai comunisti.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

Io personalmente sono di destra ed è per questo che non potrei mai essere fascista

Hitler e Mussolini non erano che due comunisti

in fondo il nazifascismo non è che un movimento di estrema sinistra

tradizionali destra e sinistra moderate,che in Italia vanno da AN all'UDEUR - traduzione: Margherita e DS estremisti (!), AN moderata (!!!) e UDEUR di sinistra (!!!!!)

ok, finora si è scherzato, ma queste sono cose che non si possono leggere. qualcuno faccia pulizia, mi viene il voltastomaco.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Salvatore ha scritto:

La tua ostinazione e cocciutagine è degna di nota, quelli che ti ho riportato sono passi del "Manifesto del fascimo", non parole inventate da me, cavolo.
Se Mussolini voleva dichiararsi "socialista", poteva farlo, era un dittatore, che cavolo gli fregava inventarsi il "fascismo".


"D'altronde Mussolini era un cretino anti-clericale e ateo,insomma un perfetto comunista."

Riporto ancora:
"Lo Stato fascista non rimane indifferente di fronte al fatto religioso in genere e a quella particolare religione positiva che è il cattolicismo italiano. Lo Stato non ha una teologia, ma ha una morale. Nello Stato fascista la religione viene considerata come una delle manifestazioni più profonde dello spirito; non viene, quindi, soltanto rispettata, ma difesa e protetta. Lo Stato fascista non crea un suo «Dio» così come volle fare a un certo momento, nei delirii estremi della Convenzione, Robespierre; né cerca vanamente di cancellarlo dagli animi come fa il bolscevismo; il fascismo rispetta il Dio degli asceti, dei santi, degli eroi e anche il Dio cosi come visto e pregato dal cuore ingenuo e primitivo del popolo."

"Cmq credo che sbagli sulle leggi razziali, perchè il fascismo le fece non perchè costretto da Hitler"

Il razzismo del fascismo era già insito nel suo DNA nazionalista ed espansionista.
L'idea della Religione di Stato portò alla persecuzione e soppressione di tutte le altre religioni esistenti, le minoranze linguistiche furono represse con la forza o con l'imposizione della lingua italiana.
Già nel concordato del 1929 c'erano i primi segni di antisemitismo e comunque di razzismo nei confronti delle altre religioni, così come c'era segno di razzismo nelle leggi contro l'uso di parole non italiane.
Molte persone appartenenti a comunità linguistiche minoritarie furono mandate al confino o furono arrestate.

"Se il fascismo era da sempre antisemita, se lo sarebbe dovuto ricordare subito di fare leggi discriminatorie,no?"

Infatti le ha fatte quasi subito, solo che dopo queste leggi furono inasprite ancora di più.
Vogliamo discutere dell'idea della donna secondo il fascismo?

"La donna deve tornare sotto la sudditanza assoluta dell'uomo"


"L'eguale diritto al lavoro, applicato in larghissima scala, ha condotto - in numerosi strati della popolazione - alla indipendenza economica della donna rispetto all'uomo, diminuendo in questi una supremazia che era di norma estrinsecata (inconsciamente o coscientemente) in modo da risolversi in un rafforzamento morale della famiglia (...) Sarà invece fatale che il Fascismo affronti e risolva questo problema fondamentale nella creazione della nuova civiltà, realizzando la negazione teorica e pratica di quel principio di eguaglianza culturale fra uomo e donna che può alimentare uno dei più dannosi fattori della dannosissima emancipazione della donna (...) Pero', l'abolizione del lavoro femminile deve essere la risultante di due fattori convergenti: il divieto sancito dalla legge, la riprovazione sancita dall'opinione pubblica. La donna che - senza la più assoluta e comprovata necessità - lascia le pareti domestiche per recarsi al lavoro, la donna che, in promiscuità con l'uomo, gira per le strade, sui tram, sugli autobus, vive nelle officine e negli uffici, deve diventare oggetto di riprovazione, prima e più che di sanzione legale.

La legge può operare solo se l'opinione pubblica ne forma un substrato (...) L'esperienza ha dimostrato che l'apporto dato dalla donna emancipata allo sviluppo della civiltà è negativo: l'emancipazione della donna, mentre non ha prodotto vantaggi apprezzabili nel campo delle scienze e delle arti, costituisce il più certo pericolo di distruzione per tutto quanto la civiltà bianca ha finora prodotto (...) La donna deve tornare sotto la sudditanza assoluta dell'uomo: padre o marito; sudditanza, e quindi inferiorità: spirituale, culturale ed economica."


Ferdinando Loffredo ("Politica della famiglia", 1937)

Dici ancora:
"So che molti a sinistra non condividono,ma in fondo il nazifascismo non è che un movimento di estrema sinistra,"

Che assurdità mostruosa!
Si può dire al massimo che gli estremismi sono due facce della stessa medaglia e ad un certo punto tendono a toccarsi, ma i movimenti nazisti erano profondamente antibolscevichi ed anticomunisti, idem per il fascismo!


"o se preferite,un movimento fuori dalle tradizionali destra e sinistra moderate"

Certo, anche il Socialismo Reale imposto dall'URRS è fuori dalle tradizioni della sinistra moderata, ma cosa c'entra questo con il fascismo non riesco a capirlo, stai facendo un minestrone assurdo!!

Di semplicemente di essere contrario agli estremismi e chiudila li, è più semplice, meno contorto ed genera meno confusioni e malintesi.

PS La lega con il suo razzismo e con la sua esaltazione della "razza padana" e Forza Italia, un partito incentrato sulla figura unica del "dio padrone Berlusconi" sono quanto di più vicino al fascismo dal dopoguerra in poi, anche il MSI di Almirante era più moderato rispetto a questi figuri, il che è tutto dire.


il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Salvatore ha scritto:

Leggo quello che riporto, l'idea della donna, l'idea di civiltà superiore, l'idea di centralità del cattolicesimo rispetto alle altre religioni, le leggi elettorali ad hoc, l'uso della propaganda, l'adorazione incondizionata al leader unico, il "fastidio" per la democrazia ed il volere del popolo....e tutto mi sembra tanto simile ad alcuni aspetti dell'ultimo governo Berlusconi

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
danjar ha scritto:

Volendo essere un po' paradossale, posso concordare con Kaiser sul fatto che il fascismo non sia propriamente "di destra"; nel senso che il fascismo si pone del tutto al di fuori della dialettica democratica destra-sinistra, proponendo una (delirante) forma di stato "diretto", con il condottiero investito del potere per una sorta di "diritto/acclamazione" popolare.
Concordo anche sul fatto che Mussolini si sia "collocato" in contiguità con una certa destra dell'Italia dell'epoca per puro opportunismo. Se gli fosse sembrato più vantaggioso, probabilmente avrebbe fatto finta di essere "di sinistra". Un po' come Banana.

Da questi punti di vista, il miglior esempio odierno di opportunismo post-fascista è forse la Lega Nord, ancor più di AN.

Per il resto però, Kaiser, le tue tesi mi sembrano bislacche e perfino un po' offensive. Non si fanno le leggi razziali per "imitare" qualcuno; le si fanno con uno scopo politico; le si fanno per eliminare qualcuno e per intimidire gli altri, per individuare un "nemico esterno", sempre utile per diffondere la paure e riunire le "pecorelle intimorite" sotto l'ala del protettore autoritario.
Se davvero Mussolini volle "imitare" Hitler, è nel senso che tentò di usare lo stesso strumento per conseguire risultati analoghi (di propaganda eccetera). Chi se ne frega se il fascismo "non era originariamente razzista"? Va comunque condannato (anche) in quanto razzista. Se no caro Kaiser, con la stessa logica, se ti sparassi in testa andrei comunque considerato benevolmente, perché non sono un assassino "da sempre"...

L'equazione "cretino anti-clericale e ateo = perfetto comunista" è offensiva verso milioni di bravi e intelligenti comunisti, che si sono sinceramente spesi per il bene dell'umanità. Ti invito a ritirarla immediatamente.

"Hitler e Mussolini non erano che due comunisti" è una tesi storica assolutamente ardita; nessuno studioso serio l'ha mai sostenuta. Magari hai ragione, ti invito a presentare prove e documenti, o almeno riferimenti autorevoli; in caso contrario faresti bene a ritrattare quella che non potrebbe che essere considerata una tremenda idiozia.

"in fondo il nazifascismo non è che un movimento di estrema sinistra" è un'altra tesi storica inedita. Vale quanto sopra, con la raccomandazione che non vale citare il fatto che nazi-fascismo e comunismo abbiano usato a volte gli stessi argomenti e fatto leva sugli stessi bisogni; altrimenti tutto sarebbe lo stesso di tutto, in un incredibile minestrone in cui ogni ideologia è indistinguibile dalle altre.
Si richiedono analisi serie, grazie.

Se tutto ciò che è a destra di AN e a sinistra dell'UDEUR fosse "estremismo", circa il 50% degli italiani sarebbe estremista, cioè l'estremismo sarebbe una delle posizioni politiche dominanti.
Questo non concorda con il concetto di estremismo: "l'atteggiamento di chi, spec. in politica, propugna idee estreme, di radicale e talora violenta opposizione a quelle dominanti" (Garzanti).
Visto che l'estremismo non può contemporaneamente essere dominante e in opposizione alle idee dominanti, caro Kaiser, mi sa che hai scritto una (ulteriore?) stupidaggine.

Mah, forse sei tu l'estremista? In effetti, pensandoci bene, le tue idee mi sembrano in "radicale opposizione" con quelle dominanti, per non dire incompatibili con il semplice buon senso...

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Nell'ambito della politica italiana forse ho esagerato,io intendevo dire che adestra, Forza Italia,AN,UDC e Lega sono moderate,a sinistra, Marhgerita,DS,UDEUR,Italia dei Valori sono moderate. Gli altri, ovvero Fiamma Tricolore,Alternativa Sociale,Rifondazione, Comunisti Italiani,Verdi,Forza Nuova, sono estremisti, e francamente una loro divisione in destra e sinistra è assurda,perchè sono facce della stessa medaglia. Tra le tante cose che li accomunano,una su tutte : tutti questi partiti sono antiamericani, ma alcuni si dichiarano anche antifascisti,altri anticomunisti. Se trovano un'accordo,possono fare un terzo polo unico.

Purtroppo non ho prove certe al 100 % che Mussolini e Hitler fossero comunisti,ma ci sono alcune considerazioni ovvie : Mussolini prima di diventare fascista era socialista,è socialista è (o era) sinonimo di comunista. Hitler era a capo del partito nazionalSOCIALISTA. Nazionale,ok, ma sempre socialista,dunque comunista. Poi come ho detto sia nazifascismo che comunismo erano antiborghesi, anticapitalisti, anticristiani, antisemiti, antiamericani, antidemocratici...secondo me questa fesseria dei fascisti come persone di "estrema destra" è una cavolata inventata ad arte dai comunisti per gettare discredito sulla vera e originale DESTRA facendo apparire i nazifascisti come radicalmente opposti alla loro ideologia quando non sono altro che i loro stessi compagni.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
antonella_c ha scritto:

KAISERRRRRR!!!
tutto quello vuoi anche che il berlusca è santo e vittima ,ma non ti azzardare MAI PIU' ad accostare rifondazione a forza nuova .

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

e a dire che la Lega è moderata, poi...

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Se per questo mi sono sbagliato,la Lega non è neanche di destra

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
danjar ha scritto:

"Socialista è (o era) sinonimo di comunista"

Di fronte ad affermazioni come questa mi arrendo, davvero.
Kaiser, io non ho tutto il tempo che servirebbe per argomentare e spiegare in merito a questi e altri temi, ma tu ne hai tremendamente bisogno... Intendiamoci, nemmeno io "nasco imparato" e ho bisogno sempre di studiare e approfondire (vale per tutti).
Mi sembra però che le tue lacune in materia politica siano drammatiche, oltre che orribilmente accompagnate dalla tendenza a sentenziare su cose che, in maniera evidentissima, non conosci minimamente. Per favore, cerca di leggere più che puoi, su Internet e non solo; te ne sarei personalmente grato.

P.S.: comunismo e socialismo sono indubbiamente legati. Non sono (e non sono mai stati) sinonimi. Non più di quanto siano sinonimi, per dire, "ebraismo" e "cristianesimo".

Wiki:
Comunismo.
Socialismo.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
depejo ha scritto:

Ehm... ma c'è davvero scritto "...se si deve giudicare dal discorso di Fausto Bertinotti che si è rivolto a mezza Italia ignorando e disprezzando l'altra ..."

A proposito di chi parla a una metà e disprezza l'altra, chi era che appellava come "coglioni" quelli che non avrebbero votato per lui?

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
depejo ha scritto:

Non ho capito bene: Tilgher e Pecoraro Scanio sono uguali? La pensano allo stesso modo? Ditemi che ho capito male.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

sì, nel fantastico mondo del kaiser

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
davide ha scritto:

in fondo il nazifascismo non è che un movimento di estrema sinistra,o se preferite,un movimento fuori dalle tradizionali destra e sinistra moderate,che in Italia vanno da AN all'UDEUR,e si colloca in quell'area esterna che è l'estremismo,insieme ai comunisti


Tutto uguale,vero?Così i camerati balbo,farinacci,sono di estrema sinistra e anche mengele,suppongo.E quindi nel 1922 a Parma,precisamente nel quartiere di Oltretorrente,si son combattuti non due fazioni,due pensieri diversi,(fasci contro arditi del popolo,comunisti,anarchici),ma la stessa cosa?Quindi basta che uno risponda alla violenza altrui per esser estremista quindi di sinistra,non l'ho capito questo punto.Non mi interessa nemmeno capirlo.Una teoria comunque splendida la sapesse Pansa:-))).Inutile specificare che fascismo e comunismo siano nettamente differenti,dopodiche basta studiare un po' e si vederà lo scontro tra menscevichi e bolscevichi, le teorie trotszkiste e quelle staliniste.Il comunismo prima della deriva stalinista ha avuto un larghissimo dibattito,scontri durissimi.Nel nazismo e nel fascismo tutto questo manca o è subito assorbito.Uno nasce da ottime radici nel 1840 per fronteggiare il capitalismo e dare una vita migliore ai lavoratori,l'altro si pone come elemento di soprafazzione dei deboli,inneggia alla razza pura,alla bella morte,al virilismo guerresco.Mi sembra che sian differenti.Ognuno di queste ideologie poi ha le sue derive,scheletri nell'armadio come chiunque.Ma nn si può confonderle insieme se si conosce soo la politica odierna.Il moderatsimo ha anche inventato i cpt,la precarietà,fatto ignobili guerre imperialiste con la scusa ipocrita della pace,mi pare cose che come impatto sul mondo e la società non sono da poco.
ps:a Oltretorrente a sparare contro i fasci c'erano pure cattolici e attivisti del partito popolare,anche loro estremisti quindi nazifasci,quindi di estrema sinistra?

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Danjar,lo so che comunismo e socialismo tecnicamente sono differenti,ma io infatti ho detto che erano la stessa cosa,non sono. Marx parla indifferetnemente talvolta di "socialismo", talvotla di "comunismo". La differenza non si vede. I bolscevichi erano la maggioranza del partito socialdemocratico russo, che poi si trasforma in Partito comunista. Tuttavia,quando Stalin e Trotzky si contrapponevano,il primo era per la teoria del "socialismo in un solo paese", eppure tecnicamente era comunista. E poi sbaglio,o il PCI nacque da una scissione del PSI? Io non vedo differenza, almeno in passato. Oggi la differenza c'è,anche perchè i socialisti vanno un pò qua e un pò la e i comunisti stanno a sinistra,ma prima direi che erano più o meno sinonimi. Per cui,Mussolini era un comunista,ovvero come ho detto un cretino anti-clericale e ateo (non che questo significhi che tutti i comunisti sono cretini,ma sicuramente tutti anti-clericali e atei)e Hitler altrettanto, anzi forse anche peggio. Davide,parli dei camerati,è questo è un'altro punto di contatto : sia i comunisti che i fascisti si chiamavano fra loro "compagni" o "camerati".
Antonella, Forza Nuova e Rifondazione : uno è razzista,l'altro no. Per il resto vedo ben poche differenze e tanti punti in comune : l'antiamericanismo,ad esempio. Depejo, Tilgher e Pecoraro non so se la pensino uguale,ma sono entrambi di estrema sinistra. Davide,dici che il comunismo nasce per dar una vita migliore ai lavoratori e combattere il capitalismo. Esattamente lo stesso del fascismo, con poche differenze. E del nazismo. Per conferma di questo,puoi leggere i 25 punti originari del programma nazista,quelli che Hitler espose alla birreria di Monaco : una serie di rivendicazioni sindacali,antiborghesi e anticapitaliste degne del più rivoluzionario e combattivo comunista, unite a farneticazioni ultranzionaliste.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Salvatore ha scritto:

Credo che Kaiser abbia involontariamente battuto la nuova strada propagandistica del Cav. Berlusconi...comunismo e fascismo sono la stessa cosa! :)
D'altronde Calderoli ha già usato la frase: "fascisti rossi", Kaiser gliel'hai suggerita tu? :D
Per il resto Kaiser, noi ci abbiamo provato a farti vedere le differenze, se tu non le vuoi vedere è inutile insistere.....

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Salvatore, guarda che l'espressione "fascisti rossi" non l'ha inventata Calderoli, bensì,come riportato da Corsera, addirittura Enrico Berlinguer! In sostanza,li annoverava fra i suoi compagni.

Le differenza fra comunisti e fascisti le vedo, solo che sono trascurabili. Fascismo e comunismo sono tanto diversi quanto lo sono,per dirne una, i maoisti dai trozkysti,i socialdemocratici dai marxisti-leninisti...in fondo,sono tutti uguali. E sono pessimi,tutti. Alla fine,si sviluppano tutti da una sola ideologia,di una sola persona : Marx. E da li che parte tutto. Come dicevo prima probabilmente questa baggianata dell'estrema destra è uno stratagemma dei comunisti per allontanare da loro certe colpe. Ed è comprensibile,visto che sui comunisti pesano oltre 100 milioni di morti. Sarebbe un colpo duro per i compagni addossarsi anche i morti del nazifascismo...

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Altra dimostrazione evidente di questa tesi, la vera DESTRA,ovvero Alleanza Nazionale,i partiti neofascisti li disprezza palesemente. D'altronde,quasi tutti i partiti neofascisti sono nati separandosi da AN. Evidentemente hanno capito che il loro posto non è a destra. D'altronde,AN è nata proprio rinnegando l'MSI e il fascismo. E poi noto che i vari partitelli neofascisti,non solo quelli italiani,ma anche i vari Front National e Haider non accettano di essere definiti come partiti di destra. Anzi,una volta Le Pen dichiarò anche di essere di sinistra. Anche il partito italiano "Fascismo e Libertà" (un'antitesi già nel nome) non accetta di collocarsi a destra....chissà perchè. E poi,se storicamente esistono espressioni quali "socialfascismo","nazimaoismo","fascisti rossi", allora qualcosa deve pur significare.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
TazzJr ha scritto:

Qualsiasi cosa fumi Kaiser, la voglio anch'io.

il 02 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Per tua informazione,Tazjr,io non fumo,tu forse dovresti darti una regolata.

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Antonio ha scritto:

Tra kaiser e uno che parla a vanvera c'è una differenza, non troppo rilevante ma c'è. Diciamo che ai fini pratici però sono esattamente equivalenti.

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Luca ha scritto:

La storia secondo Kaiser, un minestrone allucinante di avvenimenti storici collegati unicamente tramite assonanze linguistiche. (Esempio il suffisso assiomatico: "-ismo" comunismo = nazismo) 5 pagine 7 euro, in omaggio l'opuscolo "Essere un mentecatto negli 2000" di Paolo Guzzanti, sottotitolo "Bandieruole al vento".

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
darth wanax ha scritto:

Leggo ora la castronata Kaiseriana del fascismo "all'inizio non razzista".
Kaiser, i Tedeschi del Sudtirolo e gli Sloveni e Croati ti direbbero alcune cosucce (irripetibili)in merito...

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
danjar ha scritto:

«se storicamente esistono espressioni quali "socialfascismo","nazimaoismo","fascisti rossi", allora qualcosa deve pur significare.»

Infatti. Il punto è cosa...


Per esempio: qui "tutti" ti dicono che stai delirando, qualcosa deve pur significare!!

(Vediamo se cogli il senso della provocazione o se "ci caschi", ma attento: può darsi che sia più sottile di quanto ti sembri inizialmente...)

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
cesibar ha scritto:

PER DEBELLARLO BASTA UNA SPRUZZATA DI INSETTICIDA

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Carolina ha scritto:

qui non bastano i suoi figli! ci vorrebbe qualche capisaldo della comicità MONDIALE... :-D
Carolina

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Tra Antonio è uno che parla in modo infantile, c'è una differenza,non troppo rilevante ma c'è. Solo che ai fini pratici fa lo stesso.

Wanax,il fascismo all'inizio non era razzista...perlomeno non antisemita. Chissà perchè, secondo la stragrande maggioranza degli storici, De Felice in testa,il razzismo fascista inizia nel 1938.

Danjar,qui tutti dicono che sto delirando perchè sono tutti comunisti (non è delirio stile Silvio,è vero!) e da loro fastidio essere accomunati ai nazifascisti. Evidentemente,hanno insegnato loro la sciocchezza del fascismo come "estrema destra" ed ecco cosa ne viene fuori

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Carolina ha scritto:

sì certo. solo che "insegnare" con l'olio di ricino, la galera e il campo di sterminio non è considerato proprio un buon metodo dalla maggior parte del mondo capitalista, socialista, intellettualista, ignorantista e anche solo pedagogista.. Kaiser smettila per favore.
Carolina

il 03 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

In effetti, riguardando un pò di cose, il fascismo non era affatto di sinistra, anzi,però, tornando al discorso originario di Guzzanti, diciamo pure che in sostanza ha ragione, anche su l'ultima frase,riferita a Mussolini non ha molto senso.

il 04 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
danjar ha scritto:

Ahi ahi Kaiser, come temevo ci sei cascato...

Se tutti ti dicono che stai delirando, come dicevo, qualcosa deve pur significare.
La tua risposta dà una possibile interpretazione: sono (saremmo) "tutti comunisti". Ovvero l'errore di interpretazione sarebbe nostro, non tuo.
Ebbene, questa tua risposta è ammissibile.

Quindi, allo stesso modo, «se storicamente esistono espressioni quali "socialfascismo","nazimaoismo","fascisti rossi"» l'errore può benissimo essere commesso da chi usa quelle espressioni.

Il fatto che si usino determinate espressioni non vuole affatto dire che abbiano senso per qualsiasi uso, così come il fatto che una persona sia criticata in un certo (qualsiasi) ambiente non vuole affatto dire che la critica sia fondata.

Mettiamola così: se mi dai ragione hai torto per un motivo, se mi dai torto hai torto per un altro... Ti ho incastrato!!

il 04 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Kaiser ha scritto:

Eh Danjar,la fai troppo complicata però...

il 04 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
beppe ha scritto:

te la spiego kaiser per come l'ho capita: hai cominciato tu ad usare quella espressione "qualcosa deve pur significare" e danjar non ha fatto che riutilizzarla per sostenere le ragioni opposte. in altre parole, e' un modo per dire cosi' non si va da nessuna parte: o cerchiamo di capirci, oppure no.

il 08 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Sauron (il grande occhio vi guarda...) ha scritto:

Tale padre...

il 10 Maggio 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Antonio 45 ha scritto:

Tale padre... tale kaiser

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere