qui giace OneMoreBlog2.31
«I'm a picker, I'm a grinner, I'm a lover and I'm a sinner, play my music in the sun» (Steve Miller)
Gianfranco Rotondi
Premio Calderoli «Esprimo la mia solidarietà al principe Vittorio Emanuele II di Savoia per un'iniziativa eclatante, incomprensibile e oscurantista. Speriamo che Vittorio Emanuele II di Savoia non paghi l'impegno elettorale del figlio con la Democrazia Cristiana. Pur nel rispetto delle funzioni e delle prerogative della magistratura, esprimo i miei sentimenti di stima, rispetto e fiducia nei confronti di Vittorio Emanuele di Savoia. Mi sembra davvero anomalo che una persona da bene come Vittorio Emanuele II possa essere coinvolto in una vicenda dai contorni sfocati. Alla famiglia Savoia e in particolar modo al figlio Emanuele va la mia solidarietà e vicinanza».

Cari amici di OMB,

come tutti voi sapete, l'Autorevole Giuria sostiene da sempre la superiorità intellettuale e politica dell'Esimio Dentista Verde su chiunque altro. Di Prestigiosi Premi Calderoli ne abbiamo assegnati a iosa, ma nessuno dei premiati si è mai neppure accostato al Glorioso Fu-ministo Verde.

Questa volta l'Autorevole giuria tentenna. La colossale cazzata detta da Gianfranco Rotondi, segretario della Democrazia Cristiana (ma... non l'avevano chiusa per mancanza di incensurati?) a proposito degli arresti domiciliari comminati al portavoce di Gianfranco Fini, nell'ambito della retata che ha portato via anche il re Cialtrone, supera ogni aspettativa e avvicina pericolosamente il suo autore al Sommo Padano.

Imbarazzata più che mai, l'Autorevole Giuria assegna il premio, ma si chiude in camera di consiglio per decidere il da farsi. Frasi come quella di Rotondi, una volta pronunciate, fanno sì che il mondo non sia più lo stesso. Il mondo è frastornato. Inginocchiamoci e preghiamo, qui cio sta che sia nato un nuovo mito.

Grazie dell'attenzione,
l'Autorevole Giuria

PS: la nostra Tuta Anticazzate non ha retto all'impatto e giace in un angolo, lacerata, inutilizzabile. Quanto al Re Cialtrone, Salvatore spiega bene chi è in questo post.
17.06.06 00:30 - sezione premio Calderoli
il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Alberto ha scritto:

Certo che ci vuole una gran faccia da culo come quella di Rotondi per assumere certe "posizioni"! Ma come è possibile stare bellamente in Parlamento a fiancheggiare i delinquenti e a ostacolare e condannare i magistrati??!! Okay, il "Principe" dev'essere processato, riprocessato bla, bla, bla, ma perché Rotondi condanna il giudice che ha 2000 pagine di malefatte a carico di "Sua Altezza"???

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
rotafixa ha scritto:

è tutta la sera che festeggio insieme ai miei amici

non saprei dire bene perchè ma questa vicenda ha una valenza ben maggiore di un analogo accadimento a carico dell'ultimo ducetto in carica, s.b.

si tratta, a mio vedere, di un epilogo (non il primo, non l'ultimo, ma figlio della stessa storia) di una genia di mondezzari che si gloriarono di essere i primi del paese.

ciò dà la misura del paese.

io forse non ne vedrò il sollevarsi. ma questa sera sono felice.

e brindammo in tanti, non per la prigione ma per lo sputtanamento giusto, doveroso, civile.

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Salvatore ha scritto:

Secondo me sto Rotondi non è un cialtrone, in realtà è un mezzo fesso.
Ricordo ancora quando a Ballarò cedette tutto il suo tempo a Berlusconi senza batter ciglio, ed in fondo fece bene perché l'unica volta in cui parlò disse cose talmente stupide ma talmente stupide da lasciare il serio dubbio di trovarsi di fronte ad un minus abens (con rispetto parlando).

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
L'angelo custode ha scritto:

Con rispetto parlando, mi sembra la marionetta del ventriloquo Berlusconi: parla a comando, apre la bocca e la muove ma le parole sono altrui, i pensieri (!) pure.

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Giorgia ha scritto:

Pensieri? Nn sprekiamo parole serie come "pensieri".. ;o)

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
andrea ha scritto:

tra le altre cose, cosa cavolo c'entra Vittorio Emanuele II, primo re d'Italia (+1878)??! E in ogni caso, refuso o non refuso della stampa o ignoranza grassissima del pupazzo rotondi, cosa significa, cosa vuole dire porre il numero romano accanto al nome del "nostro", il quale "per grazia di Dio", parafrasando lo Statuto, non ha mai regnato nè mai regnerà? Lo sa il buon rotondi che il numero indica il principe sovrano, il regnante??!! Sarà forse un segno della fede criptomonarchica del neo-DC?
Infine, per l'amore del vero occorre precisare che il signor Savoia, nell'incontenibile esuberanza e delirante onnipotenza dei suoi anni migliori, ebbe pure l'ardire di firmarsi qua e là "Vitt.Em. IV", peraltro con grave disappunto di una parte significativa dei monarchici italiani.

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
onebloger ha scritto:

"Secondo me sto Rotondi non è un cialtrone, in realtà è un mezzo fesso."

Purtroopo siamo in itaglia e dobbiamo mettere in preventivo la sciagurata ipotesi che questo ca..ne tra qualche lustro possa diventare anche capo del governo (dio ce ne scansi e liberi).

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
canepazzo ha scritto:

Per il sig. Onorevole,Professor, Dottor,Ragionier, Perito Industriale, Odontotecnico ROTONDI otto sole parole:

"MA VA A DA VIA EL CUU, BALABIOTT"

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
onebloger ha scritto:

A proposito di "savoia's dinasty", quanto segue dà un idea dei predecessori di questo individuo:

Vittorio Emanuele II, considerato "un re galantuomo", fu tutt'altro che tale, invischiato com'era in volgari tresche amorose, oltre che in indecorosi traffici finanziari. Troppo incolto e meschino per il Risorgimento al quale aveva legato il suo nome, si rivelò oltretutto un insaziabile divoratore del pubblico denaro.

Il figlio Umberto I, "il re buono" si macchiò d'infamia decorando il generale bava beccaris che aveva preso a cannonate la folla milanese scesa in piazza a chiedere pane e lavoro. Uomo senza carattere e di un ignoranza abissale (non aveva mai letto un libro in vita sua!) Umberto I aveva due uniche passioni: le imprese coloniali e le più azzardate operazioni bancarie.

Con Vittorio Emanuele III "il re soldato" scorre quasi mezzo secolo di vita nazionale sino alla catastrofe. Debole cinico, sleale, non seppe opporsi alla marcia su Roma, e lasciò regnare mussolini al suo posto, convinto di aver trovato il primo ministro "forte e capace, un vero gentiluomo".

Umberto II,"il re di maggio" più che principe ereditario era noto alle cronache mondane come "Prince d'amour" per le sue avventure da play boy con le attricette. Con il suo esilio in Portogallo, si chiude ingloriosamente la parabola della più antica dinastia europea (per nostra fortuna).

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Ranieri ha scritto:

Ma cume se faa a minga mandà a da via el cuu chi merdusi chi che rumpen dumà i cujuni a la gent che lavura tut el dì senza fa tanti storii?
Ma cume se faa a minga ciapai a pesciat in del cuu e traj in dela rutera insema ai ratt.
Ma cume l'ha fai el berluscun a lasai turnaa in italia? Ma perchè se l'è minga purtaa a caa sua?
Porco d'un diavul porco

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
massenzio ha scritto:

Signori, un po' di rispetto per uno dei più grandi comici emergenti: si ispira al Fassari di "Avanzi", ricordate?, il comunista che era stato ibernato prima del crollo del Muro e che aveva come unico legame col presente i Pooh. Ecco, questo è assolutamente identico.

Come?
Questo fa sul serio ed è pure in Parlamento?
Quindi non lo pagano per far ridere?

Vorrei diventare apolide.

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Janko ha scritto:

Per Onebloger: a proposito di V. E. III, al posto di "non seppe opporsi alla marcia su Roma" va sostituito: "ispirò, avallò e sostenne la marcia su Roma, ordinando tra l'altro al comando dell'esercito di non intervenire"

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
onebloger ha scritto:

Benissimo Janko, vorrei riproporre uno spaccato di storia, in modo da inquadrare chi, veramente erano i nostri regnanti, cioè tra i tanti che potevano regnare (in quell'epoca) abbiamo subito i peggiori.

"La storia di casa Savoia ha poco a che spartire con la storia d'Italia. Nonostante nel '700 lo stato sabaudo fosse ormai divenuto - dopo aver a lungo gravitato, territorialmente e politicamente, nell'ambito del versante franco-svizzero delle Alpi -, almeno nel suo nucleo essenziale spiccatamente piemontese.
Ma il fatto è che già nel '700 lo stato sabaudo differiva dagli altri stati della penisola italica per le sue origini: non aveva alle spalle una vivace storia comunale, non era nemmeno sorto dalla progressiva espansione amministrativa di un importante comune a tutto il suo contado, bensì dall'accorpamento di più feudi anticamente appartenuti a casa Savoia e definitivamente costituiti in monarchia da Emanuele Filiberto dopo il 1559."

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
charlie ha scritto:

Suvvia, Rotondi ha colto l'inopinata occasione della prima pagina mediatica per ricordare ai più attenti che esiste ancora la Democrazia Cristiana (i meno attenti non se ne accorgeranno nemmeno ora); è stato furbetto, non scemo.

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Alberto ha scritto:

Rotondi è semplicemente indegno e moralmente rivoltante! Non possiamo accettare che un parlamentare si comporti in questo modo. L'Italia è scesa tanto in basso perché giudichiamo furbo o scemo un comportamento politico anziché eticamente corretto o scorretto.

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
charlie ha scritto:

Non conosco tanto a fondo il curriculum di Rotondi per potermi esprimere compiutamente sulla sua indegnità morale.
Il mio commento era (evidententemente in misura non sufficientemente palese), comunque, sarcastico.

il 17 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
L'angelo custode ha scritto:

ti basti, charlie, sentirlo parlare: che altro vuoi di più ?

il 19 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
rancido ha scritto:

Purtroppo Rotondi incarna ed esprime il peggio della prima repubblica, tutto ciò che Mani Pulite ha combattuto ed osteggiato: il servilismo, l'ipocrisia, la supponenza, la disonestà intellettuale (e non solo).
Il politico Rotondi è per definizione ondivago e ambiguo, così pronto a fiutare da che parte tira il vento e ad adeguarsi di conseguenza.
E' triste vedere che c'è gente così sedere in Parlamento, dove dovrebbero trovare posto per i rappresentanti del popolo, e non di interessi di bottega.
Quanto all'uomo Rotondi, fa semplicemente pena.

il 21 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
talib ha scritto:

eheh che meraviglia il Premio Calderoli!
Effettivamente bisognerebbe sdoppiarlo e istituire il Premio Rotondi, c'è tutta un'altra sfumatura, tutto un altro gusto di leccatura di culi.. pensateci, Autorevole Giuria!
:D

il 24 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
Diablita ha scritto:

sottoscrivo

il 25 Giugno 2006 (quando OMB accettava i commenti)
marco montanari ha scritto:

beh, certo Rotondi e' stato grande stavolta. Ero pero' certo che potesse darci queste soddisfazioni: da tempo apprezzavo il suo essere piu' servile di un bondi qualunque, e piu' untuoso del primo schifani che passa per strada. Non so... e' di quei soggetti che quando succede qualcosa ti dici "chissa' Rotondi che cazzata che sparera' adesso..." e lui, invece, riesce sempre a essere piu' spregevole, piu' sgradevole e piu' ripugnante. E' un vero profesionista, non c'e' che dire. Ce ne fossero di piu' come lui!

il 27 Giugno 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Blob ha scritto:

Proprio una "faccia di c...o. Non lo voterei neanche per tutto l'oro del mondo (ma chi ce l'ha messo in Parlamento??)

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere