qui giace OneMoreBlog2.31
«A politician, you know the ethics those guys have. It's like a notch underneath child molester» (Woody Allen)
Franco Debenedetti
Premio Calderoli Tra tutti i resoconti sul debutto in società dei Volenterosi (truppe scelte del cerchiobottismo, nemici giurati del bipolarismo, crociati della restaurazione del grande centro), quello de l'Unità è il più triste, perché incensa un'iniziativa di restaurazione del consociativismo politico democristiano e di conservazione dell'oligarchia corrotta che tiene in pugno il paese. Non è un caso se tra i presenti non è mancata nessuna delle peggio facce in circolazione. Da l'Unità: «Antonio Polito (Margherita), Bruno Tabacci (Udc), Savino Pezzotta (Margherita), Franco Debenedetti (Ds), più una nutrita schiera di osservatori illustri come il ministro Linda Lanzillotta, il presidente della provincia di Milano Filippo Penati, Gianni De Michelis, Giorgio La Malfa, Paolo Pillitteri, Cirino Pomicino, Michele Vietti e l’ex presidente Enel, Chicco Testa».

L'Autorevole Giuria è davvero imbarazzata: convinta di dover far seguire alla bella festa l'assegnazione di un Prestigioso Premio, si è domandata a lungo come scegliere il degno rappresentante di un simile consesso di mestatori, cerchiobottisti, lobbisti, pregiudicati, portaborse, gerarchetti di mezza tacca, faccendieri di basso profilo eccetera. Poi è arrivata da un articoletto opportunamente spalmato de l'Unità la frase che ha indicato - come raggio di luce celeste - il candidato più meritevole, Franco Debenedetti. Eccola: «La fame che abbiamo di liberalizzazioni non si sazia con delle brioches. Bisogna andare avanti». Ancora una volta il plurinsignito cerchiobottista DOC in quota DS non ha deluso.

Celebriamo il suo terzo Prestigioso Premio Calderoli riportando dal suo sito una frase destinata a passare alla storia: «marx era uno sfaccendato assetato di donne fama e soldi. aveva capito che lavorando normalmente non avrebbe potuto ottenere tutto insieme ed allora si è inventato il comunismo. potrà sembrare banale, ma dopo 160 anni l'invidia e la scarsa propensione al lavoro sono alla base dell'attuale "comunismo" con buona pace degli economisti che si credevano capaci di cambiare il mondo.... poi c'è Visco, ma io non sono uno psichiatra....…». Stupenda, il ghost writer di Silvio non avrebbe saputo fare di meglio.

Riflessione: anche se arrivi a toglierti uno spazio dal cognome per far finta di essere uno che si è fatto da se, con un fratello che si chiama Carlo puoi dire qualunque stronzata (perfino una come questa), che dei fessi pronti a darti retta e a considerarti tanto brillante li troverai sempre, soprattutto tra i DS.
30.01.07 09:48 - sezione premio Calderoli
il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Davide ha scritto:

e non dimentichiamo l'eroe fuggiasco Nicola Rossi

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
carlo_porta_milanese ha scritto:

non capisco perchè se il meritorio estensore di questo articoletto ha tante frecce al suo arco deve per forza passare all'insulto per esporre le proprie tesi.

Perchè invece di contumelie non si prova a ragionare sulle proposte concrete fatte dai "volenterosi" ? Si ha paura che questi cerchiobottisti abbiano più tela da tessere di tanti difensori della sinistra pura? quella giusta che è sempre dalla parte della Verità?
(la sinistra delle Verità che non ha il coraggio di ammettere che il Pubblico impiego va riformato alle radici e che continua a sostenere uno slogan (questo si fuori dall'ordien delle cose praticabili e perciò imbecille) dei 35 anni per la pensione come la linea del Piave come fece con le 35 ore che fecero cadere prodi ( e poi vennero dimenticate in un momento)?

E' questa la sinistra che prende il premio "coerenza o muerte"?Quale coerenza quella che impedisce di vedere in faccia la realtà e non fa 2+2?

Le persone non vogliono morire per un principio, vogliono una classe politica che esprime concetti e idee praticabili (sottolineo praticabili date le condizioni reali) e non ideologiche per migliorare (meglio in modo consistente) la propria condizione.

Non ha voglia di
1 -pagare milioni di lavoratori inefficienti che oppongono resistenze al cambiamento (leggi PA)
2- difendere dirigenti delle aziende statali o a partecipazione pubblica decisi dalla politica e non sul merito
3- abitare in un paese che non fa della valorizzazione dei talenti (merito, rischio e premio) un valore
4- sostenere rendite parassitarie pubbliche e private (viva le liberazzazioni speriamo continuino)

I volenterosi ci stanno perchè ce ne sono troppo pochi nei due schieramenti; è la loro incapacità di dare progettualità che fa sorgere i volenterosi come questi non diamo la colpa al sintomo curiamo la malattia: una nuova classe dirigente servirebbe da medicina

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
alberto biraghi ha scritto:

Carlo: la satira non andrebbe commentata, ma tant'è. Il problema qui non è la sinistra incapace ecc ecc. E' che di tutte le risposte possibili all'evidente sfascio economico, sociale e culturale, la peggiore è proprio questa, quella del terzismo restauratore che ripristinerebbe il grande centro inamovibile che è causa prima del disastro. Il ricambio è determinante, ma un consesso che attira gente come quella vista ieri nasce già malato.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

"Non ha voglia di [snip]
2- difendere dirigenti delle aziende statali o a partecipazione pubblica decisi dalla politica e non sul merito"

e ne fa parte chicco testa?

HAHAHAAHAHAHAHAHAH

ex enel? ex wind? ex acea (municipalizzata romana)?

senza contare il fatto che e' membro de The Carlyle Group:
http://en.wikipedia.org/wiki/Carlyle_Group#Controversy

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Stefano Garulli ha scritto:

Vediamo vediamo... cosa dice il Devoto-Oli... vooolen... ecco!


volenteroso
vo-len-te-ró-so agg.
Lo stesso che volonteroso.


volonteroso
vo-lon-te-ró-so agg.
1. Distinto da attivo impegno e assidua applicazione della volontà:
un allievo non molto intelligente, ma v.; è un impiegato v. e solerte.
2. arc. Desideroso, sollecito (di solito determinato da una frase infinitiva introdotta da di):
volonterosi di guadagnare assai, e di spendere poco (Boccaccio).

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Adimant ha scritto:

Non c'entra niente con il thread, ma mi chiedo, a proposito dell'intervento (che ritengo come sempre fuori luogo) di carlo_porta_milanese, che cosa intenda con valorizzazione dei talenti secondo criteri di merito, rischio e premio... mi rende sempre dubbioso il fatto che qualcuno, per dimostrarsi meritevole, magari dopo venti anni di studio, debba anche rischiare qualcosa, altrimenti non si becca il premio... E' la seconda volta che leggo questa cosa su questo sito (e se non sbaglio sempre da parte di carlo) e mi convince sempre meno. Ma se io voglio semplicemente fare quello per cui ho studiato ed essere pagato (da dipendente che non rischia niente ma semplicemente si assume le sue responsabilità) quanto mi pagherebbero, che so, in Germania, sono da ritenere un nullafacente o parassita? Boh!
Per il resto che c'è da commentare in una combriccola di nullafacenti (questi sì), democristiani dentro e che si autodefiniscono volenterosi (premiandosi senza alcun rischio e senza alcun merito)? Gentaglia pagata da noi che si diverte a giocare alle riforme... Tutti ai lavori forzati e poi se ne riparla.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
maria cascella ha scritto:

carlo io condivido il 100% di quanto da te scritto, personalmente ho sempre, nel mio piccolo naturalmente, sottolineato la necessità di avviare quel programma di riforme per dare un vero impulso alla rispresa economico-sociale del Paese, ti garantisco che le risatine e i sberleffi non mi sono mai stati risparmiati, ma la cosa che mi lascia perplessa sono le firme lette a calce di tale cartello-movimento (lo vogliamo chiamare così)?
sono i nomi di coloro che hanno contribuito a far sì che l'Italia si trovi a questo punto e non come giustamente dovrebbe , cioè un cicinin più avanti, non sono firme di illustri sconosciuti che messo a punto un programma , un obiettivo, ne illustrano un percorso e chedono adesioni, sono gli stessi che siedono da minimo due legislature in parlamento o ai vertici delle istituzioni, che siano stati folgorati sulla via di Damasco e come S. Paolo abbiano visto la LUce e vogliano condividere con noi il messaggio salvifico?pemettimi di dubitarne, bisogna ripartire con al riforma elettorale, quando li vedrò riscrivere un documneto che metta in discussione come sono arrivati là dove siedono, rivedere le opportunità negate alla maggioranza degli Italiani solo allora crederò alla loro volontà di cambiamento.
Fino a quel momento dubito della loro credibilità, perchè cambierebbero la forma ma non la sostanza, cioè la loro autoreferenzialità a discapito dell'esercizio della rappresentatività democratica.
maria

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
prefe ha scritto:

ormai la prestigiosa giuria assegna premi a casaccio!
...qui ha trovato una giustificazione in quella meravigliosa frase di debenedetti... ma ormai i vecchi giurati hanno fatto la loro storia.
Sei avvertita , e poi sovvertita
e ti do del tu

giuria

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Mauro ha scritto:

Alberto Biraghi non guarda molto avanti. Temendo una nuova DC non si accorge che i volonterosi rappresentano la vera destra liberale che c'e' in tutti i paesi normali.

Quando quel coglione di Berlusconi e i suoi scagnozzi mafiosi si leveranno dalle palle (prima o poi succedera', soprattutto visto che Berlusconi non ha piu' intenzione di vincere - e questo e' chiaro), Capezzone e i suoi volonterosi rappresenteranno una normale destra liberale e non sudamericana-berlusconiana.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
carlo_porta_milanese ha scritto:

a parte che dare del cerchiobottista, pregiudicato ecc. non è satira dare del farabutto a uno è un insulto non è satira (alberto compra uno zanichelli please) poi rossi e altri sono fortemente per un bipolarismo.

Cerco di essere chiaro (maria mi ha capito bene probabilmente abbiamo un qi superiore): qualcuno può cercare di utilizzare il convegno per sparigliare le carte e inquinare il terreno o peggio per fare promozione di se stesso (Testa lo disprezzo come voi idem i cirini ecc.) ma ripeto la colpa è della debolezza delle ledership di dx e sx nel dare risposte non si può andare avanti sull'anti o sulla difesa di rendite e corporazioni.IO NON SOSTENGO IL PROGETTO IN TOTO DEI VOLENTEROSI NE I SUOI SBOCCHI (CHE PERò NON SONO CHIARO E ROSSI HA DETTO DI NON VOLER FARE UN APRTITINO MA SOLTANTO DA STIMOLO):SEMPLICEMNETE RICONOSCO CHE GETTA UN SASSO NELLO STAGNO PERSONALMENTE MI RICONOSCO IN NICOLA ROSSI MOLTO.
O la sx si sveglia e butta a mare i pecorari i diliberti, i migliori(che difendono i cazzi loro o situazioni particulari senza guardare al futuro ) oppure mala tempira currunt
.
fACCIO QUALCHE PRECISAZIONE:Il merito non significa che se non sono imprenditore da 3 mld di euro sono una merda famose a capì (ma quanti pesci in barile ci sono in sto blog) semplicemente che il merito seleziona i più bravi quelli che rendono le cose efficienti e in questo modo fanno crescere il paese di più con ricadute su tutti. Non significa che chi non è un genio deve morire.

ma perchè si stringe il culo a tutta la sx riconoscere che chi è più bravo deve essere riconosciuto?
Vi sembra giusto che in molti settori della PA le gratifiche vengano date a pioggia inidpendentemente dalla produttività? Vi sembra giusto sovvenzionare ricercatori che non scoprono mai una sega?

Ma oltrepassate la Alpi invece di dire m...!

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

"i volonterosi rappresentano la vera destra liberale"

con uno che e' del carlyle group direi che si tratta piuttosto di militaristi, faccendieri e neointegralisti che utilizzano le guerre di aggressione per arricchire indecentemente i pochi azionisti di riferimento

o pensate che sia solo un caso che nel carlyle ci fosse contemporaneamente osama bin laden e bush?

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Mauro ha scritto:

Carlo_Porta_Milanese e maria cascella, volete parlare poi della riforma Gentiloni? Gentiloni sta proponendo una riforma chiaramente liberale, che sarebbe normalissima in qualsiasi paese svilupato e che mira a distruggere il monopolio di quel cane di Berlusconi dalla politica e dalle televisioni.

W Gentiloni!

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Mauro ha scritto:

Carlo_Porta_Milanese e maria cascella, volete parlare poi della riforma delle pensioni?

Le leggi dei grandi numeri e della finanza pubblica dicono che lo stato non puo' piu' regalare i soldi per 28 anni in media della nostra vita. (Eta' media: 85 anni, pensione a 57 anni).

Capezzone dice: regaliamo soldi agli Italiani solo per 20 anni! In cambio risolviamo il problema dei giovani precari di 40 30 e 20 anni che non avranno mai una pensione!

Cosa Rifondazione e i Sindacati?

GUAI!

Eh gia', infatti loro i soldi e il potere lo fanno solo sui metalmeccanici che rappresentano una parte piccola e ben retribuita dei lavoratori Italiani. Non si occupano dei precari, dei giovani, degli immigrati, delle mamme che lavorano part time. Questi sindacati sono dei veri lupi!

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

mauro: ti comunico che le pensioni sono contributive. ergo sono soldi che i lavoratori dipendenti danno forzatamente e che devono essere (almeno) loro restituiti. non c'e' nessun "regalo".

ti comunico anche che le varie casse integrazioni e altre misure a favore delle industrie sono non a carico di tutti gli italiani, ma pescando dall'inps, solo sulle spalle dei dipendenti.

la faccenda che mancano soldi e' palesemente una bufala per impoverire i piu' poveri. se ci fosse bisogno di soldi basterebbe sciogliere l'esercito per manifesta inutilita'. marina e aviazione incluse.

ma l'attuale dirigenza democristiana al potere di questi discorsi non vuol nemmeno sentir parlare a causa dei paraocchi ideologici che impediscono persino il dibattito. per non parlare della sudditanza al regime statunitense.

sui metalmeccanici 'ben retribuiti': perche' non vai a lavorare in fabbrica?

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
oberon ha scritto:

Carlo_Porta_milanese, perché tu non ti debba incazzare subito ti dico che l'elenco delle cose da fare o peggio da non fare, è condivisibile. Quello che mi lascia perplesso è questa assise bipartisan di boiardi di stato, molti dei quali hanno grandi responsabilità sull'attuale situazione socio-economico-politica del nostro paese (non a caso è citatissimo Chicco Testa), che si ergono a mentori del nuovo dopo avere gestito alla grande lo sfascio del passato. La credibilità è difficile da ottenere e si perde in fretta con uno sghinazzo (come direbbe Dario Fo). Seppelliamo con una risata questi volenterosi e poi riprendiamo a parlare seriamente. Hailo!

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
carlo_porta_milanese ha scritto:

PER TONII
GIUSTO IL PRIMO CAPOVERSO MA PER FAVORE GETTA NEL CESSO IL VETERO MARXISMO . NEMMENO AL MERCATINO DELLE PULCI VENDONO PIù L'OPERA OMNIA DI CARLO MARX EDITORI RIUNITI, TI PREGO LASCIA PERDERE L'ESERCITO CHE ESISTE IN QUALSIASI PAESE LASCIA PERDERE IL METTERE I FIORI NEI NOSTRI CANNONI E FATTENE UNO MAGARI SEI PIù LUCIDO
PASSO E CHIUDO PERCHè LA DEMAGOGIA E I DISCORSI DA BAR NON MI PIACCIONO (SPERO QUINDI POTREMO PARLARE DEI CONTENUTI VERI ANCHE PROVOCATORI COME IL FATTO CHE CONTRINBUTIVO O RETRIBUTIVO SE UNA PERSONA HA UNA SPERANZA DI VITA DI QUINDICIANNI PIù LUNGA RISPETTO A TRENTANNI FA QUALCOSA PER LE PENSIONI DOVREMO PUR FARE, E' MATEMATICA NON MATERIALISMO DIALETTICO)

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Adimant ha scritto:

Mauro, non so che lavoro tu faccia, ma io, Ingegnere Informatico di 35 anni, che all'estero guadagnerebbe qualcosa come 60-70mila euro lordi l'anno, in Italia vivo con un contratto da metalmeccanico (perchè l'Ingengere Informatico in Italia è considerato grossomodo un operaio specializzato), sesto livello, 26mila lordi l'anno (1450 netti al mese). Non è poco, e non me ne lamento, ma mi girano le palle quando uno che non sa di cosa sta parlando viene a dirmi che in Italia i metalmeccanici sono pochi (cosa falsa, visto che nel calderone del ccnl metalmeccanico ci è stato buttato di tutto) e sono ben retribuiti. Se poi vuoi giocare a fare la guerra dei poveri (il precario sta peggio del metalmeccanico, il dipendente pubblico è il più cattivo di tutti, etc...) allora è tempo perso, dovresti rivedere i tuoi obiettivi!

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Adimant ha scritto:

Carlo, quando scirvi su un blog dovresti almeno conoscerne le regole di base: in quest'ambito l'uso del maiuscolo equivale ad urlare, e sentire te che urli le tue verità assolute non è piacevole, dunque attento all'uso della tastiera.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
danjar ha scritto:

"Volenterosi", "riforme" e "merito" sono parole che non hanno nulla a che vedere con De Michelis, La Malfa, Pomicino (eccetera).

Visti i nomi non vedo la ragione di farneticare di "riformismo", che in questa discussione c'entra come le esplorazioni spaziali.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

caro carlo porta milanese

non essendo marxista ne' comunista io non ho proprio nulla da buttare.

il fatto che tu escluda dalla possibilita' delle scelte politiche tutte quelle che sono al di fuori del "discorso del potere" di fatto dimostra come il concetto stesso di democrazia (cioe' il conferire al popolo il potere decisionale sul proprio destino) ti sia del tutto alieno.

ma forse hai letto troppo editori riuniti quando eri piccolino e ora vuoi giocare la carta dell'"uomo responsabile"? (tanti se ne vedono in giro!)

in una tragedia Giocasta spiega bene la differenza tra un servo e un uomo. il primo non puo' dire cio' che pensa.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
nonnoulisse ha scritto:

Marchionn, sei sempre una miniera di risate. Intanto impara l'educazione, che tutto quel maiuscolo sta a metà tra il cotone sotto i pantaloni e il balcone di piazza Venezia con i pugni sui fianchi (e un panchetto di mezzo metro sotto i piedi). Poi la trovata di eliminare lo statalissmo parassitta demoplutopappappero con una coalizione di ladri falliti volonterosi solo di riciclarsi (non è satira? Ceto, è un dato di fatto...) è una genialata senza pari.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
carlo_porta_milanese ha scritto:

scusate ho sbagliato nel bon ton di internet che peccato! Vi fischiano le orecchie! vi ho disturbato esteticamente ? Come mi dispiace!

Ancora nessuno risponde sulle cose ma solo sulle etichette (le persone squalificanti che hanno parteciapto all'iniziativa) dei problemi sul tappeto non sembra fregargliene a nessuno.
Tutti inquadrati ideologicamente comunisti e non.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
tonii ha scritto:

mi sembrava ti avessimo risposto chiaramente:
si tratta della solita accozzaglia di riciclati che vuole imporre misure repressive e impoverenti. il tutto ovviamente in nome della produttivita' e del progresso!

dei veri problemi (industria del petrolio, surriscaldamento, ripartizione egualitaria delle risorse etc) questi qui hanno nulla a che fare. deserto neuronico. se ti piacciono, seguili. sai mai che avanzi loro na cadregheta.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
danjar ha scritto:

Il progetto "riformista" che coinvolge quelle "persone squalificanti", è proprio l'ultima ultima ultimissima cosa con cui ho voglia di perdere tempo oggi.
Propongo piuttosto un suicidio di massa. Più interessante.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
ragiunatdegauche ha scritto:

Propongo piuttosto un suicidio di massa. Più interessante.

vai avanti tu!

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
darth wanax ha scritto:

Ormai ogni volta che leggo la parola "riformismo" vengo colpito da un feroce attacco di orchite fulminante con annessa lebbra ai coglioni.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
darth wanax ha scritto:

No, dico, La Malfa!?! No, dico, Pomicino?!?! De Michelis ####!?! Pillitteri!??! Tabacci (5 anni passati a votare leggi porcata?!? E questa sarebbe la destra alternativa al Banana!?!). Ed infine Polito!!!! P O L I T O !

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Alessio ha scritto:

Secondo me si sta prendendo una cantonata, altro che premio Calderoli, questo (questi!) dovrebbero andare dritti dritti in miniera!

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Adimant ha scritto:

"Ancora nessuno risponde sulle cose ma solo sulle etichette"

Ma perchè, tu a uno che ti urla in faccia un sacco di cazzate gli rispondi anche? Beato te che hai tempo da perdere!!

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
marco ha scritto:

spero che quel benedetto partito democratico si decidano a farlo davvero. E al più presto poissibile. Cosi´, una buona volta, ci saremo levati dai coglioni tutti i "volenterosi" o "riformisti" in servizio permanente effettivo. E potremo, magari, contrattare con questa gente un compromesso chiaro e alla luce del sole. Evitando che, col 10% (vedi margherita) si prendano 8 (otto) volte più ministri di chi ha preso il 7%. Cosi´, tanto per fare un esempio. E comunque la cosa migliore sarà vedere costoro andare di fronte agli elettori proponendo finalmente il loro vero programma: inquinamento a gogo, niente pensioni, magari anche taglio degli stipendi "troppo generosi" dei metalmeccanici, precariato per tutti, scuole e ospedali privati. Su una sola cosa si può stare tranquilli: non proporranno mai di licenziare davvero gli statali. E non credo ci sia bisogno di dire perché...

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Drizzt ha scritto:

Non ha voglia di
1 -pagare milioni di lavoratori inefficienti che oppongono resistenze al cambiamento (leggi PA)
2- difendere dirigenti delle aziende statali o a partecipazione pubblica decisi dalla politica e non sul merito
3- abitare in un paese che non fa della valorizzazione dei talenti (merito, rischio e premio) un valore
4- sostenere rendite parassitarie pubbliche e private (viva le liberazzazioni speriamo continuino)

concordo al 100% sui primi tre punti, sul quarto ho ancora dei dubbi da dissipare...

detto ciò il solo fatto che questi "volenterosi" si presentino come l'unica l'alternativa al bipolarismo, mi fa stare male...,
i nomi sono evidentemente quelli di alcuni tra i più grandi cerchiobottisti di ogni schieramento, gente sempre pronta a riciclarsi non appena si presenti uno sbocco..., gente che ha più e più volte perso la faccia e la dignità, da estromettere senza appello dalla politica e da ogni carica pubblica...
che possano poi essere addirittura accolti con un applauso come la nuova destra liberale mi crea disturbi gastrici...
se questa è davvero la destra liberale non mi resta che piangere...

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Antonella ha scritto:

cosa vuol dire cerchiobottisti?

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
ZIppye ha scritto:

Sono d'accordo al 100% con Carlo_Porta milanese nel suo primo commento.
Sono favorevole all'alternanza tra destra e sinistra nel governare, ma dato che la nostra storia è quella che è ( piena di staterelli fudali e di uno stato pontificio diretto da un sostituto di Dio in terra) che si facciano tentativi in altre direzioni lo trovo normale.

Quindi che i volenterosi facciano pure le loro prove, meglio ad esempio lo facciano in pubblico piuttosto che in salotto buoni o peggio nelle curie, in fin dei conti la politica serve per dare leggi e regolare le risorse e le persone, tentativi teorici andrebbero esaminati con la mente sgombra da pregiudizi ed ideologie personali.

Aggiungo anche che nei recenti casi di Vicenza e Afghanistan la sinistra radicale ha mostrato che razza di palla al piede possa rappresentare per un governo, visto che non producono granchè nei ministeri in cui hanno responsabilità, ma criticano solo in funzione di ideologie sorpassate.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
carlo_porta_milanese ha scritto:

vedo con piacere che il deserto neuronico ha risparmiato almeno qualcuno come zippye per esempio.Mi ostino a perdere tempo perchè credo nonostante tutto nella razionalità umana a ahimè.
Gli altri invocano il cyberspazio : la ripartizione delle risorse in modo egualitario (che pure è un problema lo sappiamo) minchia! manco fossimo in Brasil, il surriscaldamento e altre "grandi questioni per uomini superiori", mai nessuno che si scandalizzi se la sx "vera" quella del 7% e sindacati (molti) difendono un lavoratore pubblico che per 1200€ fa anche un altro lavoro invece di proporre un patto per aumentare lo stipendio in cambio della produttività che vuol dire ad esempio efficienza, mobilità, impegno, riqualificazione professionale.
Il tema del surriscaldamento, delle fonti rinnovabili e di uno sviluppo sostenibile è troppo importante per lasciarlo ai pecorari scanii

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Corrado ha scritto:

e allora diamolo in mano a De Michelis...

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
dedalus ha scritto:

A me l'idea di una convergenza sulla liberazione del paese da mille lacci e laccioli (enti, parastato) attraverso le liberalizzazioni piace..
Dubito, al solito, ne venga fuori qualcosa.
Perchè sono intimamente convinto che rifondazione, an e catto-vari rappresentino le vere istanze di questo paese incapace di affrontare la modernità.
Quella che piace,qui, è l'orgia del parastato, il capitalismo sovvenzionato, il sindacato che decide di promozioni e licenziamenti negli enti pubblici.
Quindi non la vedo bene.
(il tutto con un presidente della repubblica che, oltre ad essere vecchio come un orologio a cuccù, invita a non fare riforme senza l'approvazzione del papa; complimenti, davvero).

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
danjar ha scritto:

Anch'io nonostante tutto credo nella razionalità umana: con un po' di fortuna anche carlo smetterà di interessarsi alle attività di questi "riformisti".

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
marco ha scritto:

ma caro Zyppie, nei casi Vicenza e Afghanistan la sinistra radicale non ha fatto altro che dar voce alla maggioranza dei cittadini italiani. Mai sentito parlare di democrazia?
Sicché, caro Carlo Porta (sento qualcuno rivoltarsi nella tomba), gli statali fannulloni esistono per colpa della sinistra "vera"? Ma dai, davvero? E io che credevo fossero li´ per colpa dei democristiani, dei socialisti, dei socialdemocratici, dei repubblicani, dei liberali (sai, quelli di De Lorenzo) che, nel corso degli anni, hanno governato questo Belpaese. E chi governa oggi? Il ministro (senza portafoglio) Ferrero o gli 8 della margherita più 9 dei ds? E ieri chi governava? Di quella masnada di cialtroni sedicenti "volenterosi", quasi tutti hanno governato o governano. Poi, magari, non ti sei neppure accorto che il difensore principe dei "fannulloni" Savino Pezzotta risulta tra i "volenterosi" medesimi.

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
dedalus ha scritto:

gli statali fannulloni esistono per colpa della sinistra "vera"? Ma dai, davvero? E io che credevo fossero li´ per colpa dei democristiani, dei socialisti,

appunto; è davvero curioso questo catenaccio della sinistra radicale a difesa del vecchio sistema clientelare della prima repubblica..

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
maria cascella ha scritto:

se vogliamo essere corretti fino in fondo non dobbiamio avere paura di parlare delle pensioni come carlo ha provato già a fare su , ma anche ferrante nella video.intervista concessa giorni fa ad OMB.
Il sistema pensionistico italiano non è sufficiente a garantire il futuro delle attuali generazioni, nè tantomeno a garantire l'elevata capacità di vita di molto superiore all'età media di solo qualche anno fa.
L'inps è la cassa che copre, mobilità, cassa integrazione, pensioni di disabilità civile, e d'anzianità.
Ognuna di queste voci comporta la sopravvivenza di una fetta della popolazione che rientra nelle singole voci riportate.
se fino a qualche anno fa la media di vita era di 70/75 anni, a fronte di pochi contributi versati in gioventù, di condizioni di povertà enosmi, 2 guerre mondiali, sfruttamento della manod'opera minorile, era ovvio che bisognasse attingere ad una cassa previdenziale che provvedesse a sostenere almeno al minimo la sopravvivenza di una popolazione che aveva alle spalle analfabestismo, sfruttamento e lavori pesantissimi, campi, miniere, fonderie, etc . sin dalla più tenera età , mio padre andava nei campi già dall'età di sei anni.
Oggi non è così , la vita media di un uomo/donna è ormai di 85 anni, le condizioni di vita sono maggiori e migliori, provvedere all'inserimento dei giovani, combattere il precariato, creare fondi econmici per i lavori a termine e determinati vuol dire ripartire diversamente le quote previdenziali.
la disabilità stessa, non tende a diminuire ,anzi aumenta con il miglioramento delle scoperte scientifiche si garantisce maggior durata vita e recupero funzionale a più invalidi rispetto al recente passato, come dice carlo non è uno scandalo rivedere l'età pensinabile, non si può garantire un benefit di 25-30 aani di vita a completo carico della previdenza, nessuno stato reggerebbe, nessuna cassa potrebbe fare fronte a ciò.
se si vuole mettere in discussione l'onestà di certi politici da strapazzo che volutamente hanno ignorato ciò e fatto credere di vivere nel paese di bengodi sono d'accordo nel puntare il dito , ma non capire che non è possibile mantenere per almeno 30 anni persone senza mettere in pericolo il futuro dei giovani io questo non me la sento di sostenerlo.
maria

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
marco ha scritto:

io sono molto distratto, ma il fatto è che non me ne sono accorto. Non è che potresti dirmi in cosa consista esattamente codesto "catenaccio" e quando si sia manifestato? A meno che, per "statali fannulloni", non si intendano i cittadini della Val di Susa o di Vicenza... Per finire, non capisco come mai i "riformisti" dovrebbero essersi detti favorevoli a sloggiare i cialtroni quando non hanno fatto altro che riempire ogni-istituzione-ogni di amici, parenti, servi, compreso montecitorio e palazzo madama, dove le anne serafini, ahimè, abbondano

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Mauro ha scritto:

Che palle la storia della Val di Susa. Ma non si era detto che gli abitanti della valle accanto si erano detti disposti a far passare la TAV dalla loro valle in cambio di sostanziosi incentivi?

E c'e' chi ancora la mena, ance se vive ad Arezzo?

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
marco ha scritto:

caro Mauro sei l´esempio perfetto di cosa sia davvero Nimby. Che non ha mai riguardato chi difende l´ambiente (e le casse pubbliche, visto che l´inutile Tav costerebbe miliardi, di €), ma solo chi se ne frega. Ossia: me ne frego, purchè non vengano a sporcare il mio, di giardino. Poi succedono i Vajont. Chi "la mena" pur vivendo a Arezzo, o magari a Reggio, è, semplicemente, sano di mente. (Comunque, no, non lo si era mai detto che quelli di fianco volevano il Tav. Dove l´hai letto, su Libero? Sul Riformista?)

il 30 Gennaio 2007 (quando OMB accettava i commenti)
oberon ha scritto:

Il problema delle pensioni, come dice Maria, è un problema serio ed urgente per l'Italia, ma lo è per tutti i paesi della CE. tuttavia noi siamo quelli che hanno l'età pensionabile più bassa e la percentuale di evasione fiscale più elevata. Inoltre contiamo su una burocrazia pletorica, costosa ed inutile (nonché arrogante). Paesi più ricchi del nostro non hanno ancora risolto il problema, anche se l'età media è un poco inferiore di quella indicata (78 per gli uomini e 82 per le donne). Ritornando al topic i VOLENTEROSI, essendo i maggiori responsabili della situazione attuale non sono credibili come salvatori della patria.

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere