qui giace OneMoreBlog2.31
«A politician, you know the ethics those guys have. It's like a notch underneath child molester» (Woody Allen)
Vittorio Messori
Premio Calderoli vittorio_messori2.jpg «Ci si scandalizza del sacerdote molestatore, poi però il vescovo diventa un odioso despota se nega l’ingresso in seminario ad un gay. Ci si indigna dei peccati dei sacerdoti ma se l’autorità ecclesiastica cerca di imporre le regole scoppia il finimondo e si grida alla repressione, all’autoritarismo, alla discriminazione. Casi come quelli esplosi in questi giorni, la Chiesa li ha sempre ricondotti sotto il proprio controllo. Ma oggi il “vietato vietare” le proibisce di esigere disciplina al suo interno. La Chiesa ha sempre saputo che seminari e monasteri attirano omosessuali. Prima era molto attenta a porre barriere all’ingresso e a sorvegliare la formazione. Chi dimostrava tendenze gay veniva messo fuori. Poi il no alla discriminazione ha permesso l’ingresso in forze degli omosessuali e ora la Chiesa paga quell’imprudenza».
Il rapporto di consequenzialità tra omosessuale e molestatore induce l'Autorevole Giuria ad assegnare a questo cialtrone un Prestigioso Premio Calderoli Estate 2007. Resta solo la curiosità di capire come cazzo potrebbe fare l'autorità del seminario a certificare l'omosessualità. Un esame anale? La misura della lunghezza dell'indice? La pratica di sport particolarmente "virili" contrapposta alla passione per taglio e cucito? Altro?
di l'Autorevole Giuria
fonte: la Stampa
13.08.07 11:13 - sezione premio Calderoli
il 13 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Guidus ha scritto:

Quasi quasi non sono d'accordo. Il Premio Calderoli e' una cosa seria, e il soggetto e' talmente imbecille da fare sospettare l'incapacita' mentale.

il 13 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Edo ha scritto:

Giusto! Anche nella Chiesa "Pulizia etnica contro i culattoni".

Quando tocca agli "pseudofilosofi miracolati voltagabbana baciapile leccasottane"?

il 13 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Giovanni ha scritto:

L'ho sempre detto io che la settimana di ferragosto bisogna stare a casa: un premio calderoli dietro l'altro, uno più bello dell'altro!

il 13 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
berja ha scritto:

il no alla discriminazione ha permesso l’ingresso in forze degli omosessuali e ora la Chiesa paga quell’imprudenza

altro che premio calderoli, costui vive in un mondo parallelo.

il 13 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
persio ha scritto:

Sì, la Testa Gloriosa qui premiata vive nel mondo parallelo nel quale vige l'equazione Omosessuale=Molestatore.

il 14 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Leonida Irilli ha scritto:

Consiglio a Vittorio di non divulgare il nome del suo pusher: potrebbe esserci inflazione di grandi idee e nobili pensieri

il 14 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Ippo_ ha scritto:

Il "vietato vietare" ci proibisce di privare della libertà di parola personaggi come questo. Vabbè, neanche male, così almeno ci si fanno due risate.
Inoltre il premiato ci regala un'altra brillante equazione, dopo quella per cui "riconoscimento giuridico delle coppie di fatto" = "legalizzazione di incesto e pedofilia". Evviva.

il 17 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
ANTONIO D. ha scritto:

@@@ Vittorio Messori
di l'Autorevole Giuria - sezione premio Calderoli
fonte la Stampa

«Ci si scandalizza del sacerdote
molestatore, poi però il vescovo diventa un odioso despota se nega l’ingresso in seminario ad un gay. Ci si indigna dei peccati dei sacerdoti.
$$ MA di cosa parla costui?
il sacerdozio prevede la castità.
anzi c'é un passo del vangelo di matteo che dice esplicitamente:Eunuco lo si può anche diventare
per servire dio.
la colpa non é della religione(in questo caso la cattolica)ma di tutti questi pseudo Vescovi,Cardinali e Preti vari,che calpestano
il sacro vangelo cosi come i datori di lavoro calpestano i contratti di lavoro.

il 21 Agosto 2007 (quando OMB accettava i commenti)
Paolo Z. ha scritto:

Gli scandali pedofili che hanno scosso la Chiesa non hanno riguardato qualche oscuro prete di montagna, ma personaggi di alto livello. E non si è trattato certo di pretini giovani, entrati in seminario pochi anni fa, ma di sacerdoti ordinati decenni or sono, quando di lassismo e di politicamente corretto nella Chiesa non c'era neppure l'ombra. Quindi, le radici del male non vanno cercate nella volontà di conformarsi al mondo moderno, ma anzi in pratiche molto antiche ed evidentemente... tradizionali.

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere